28 gennaio 2020
Aggiornato 01:00
Liberato un operaio intrappolato su una gru a trenta metri d'altezza

A Torino spettacolare salvataggio effettuato dai Saf dei Vigili del fuoco

L'operaio è stato portato all'ospedale in stato di shock, fortunatamente le sue condizioni sono buone e i medici gli hanno riscontrato solo un ematoma alla gamba, guaribile in pochi giorni

E' stato salvato dai Vigili del fuoco del nucleo Saf (Speleo Alpinistico e Fluviale) un operaio romeno Georgita Brinzila, di 34 anni, che stava lavorando sul tetto di una casa in costruzione in corso Lombardia a Torino quando il cavo d'acciaio del carrello di una gru si è allentato fino al tetto e si è attorcigliato attorno alla gambe dell'operaio. Il cavo ha avvinghiato l'uomo sollevandolo fino a 30 metri d'altezza.

Alessandro Alescio, uno dei soccorritori, raggiunta la gru, si è calato in corda doppia fino a raggiungere l'operaio. Nel frattempo è stato preparato una grande materasso gonfiabile per attutire un'eventuale caduta.
Brinzila è stato portato all'ospedale in stato di shock, fortunatamente le sue condizioni sono buone e i medici gli hanno riscontrato solo un ematoma alla gamba, guaribile in pochi giorni.