14 giugno 2024
Aggiornato 07:00
Siglato accordo con le istituzioni locali

Vigili del fuoco: realizzazione di una caserma a Sarzana (SP)

La nuova costruzione valorizzerà questo territorio in termini di sicurezza generale

E' stata siglata oggi a Genova la convenzione tra Regione Liguria, Provincia della Spezia, i Comuni della Val di Magra e il Dipartimento dei vigili del fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile per la realizzazione della nuova caserma dei Vigili del Fuoco a Sarzana, in provincia di La Spezia.
«Con l'atto siglato oggi - hanno dichiarato gli assessori al lavoro e alle politiche economiche, Enrico Vesco e Renzo Guccinelli - cade anche l'ultimo ostacolo formale alla costruzione della nuova caserma».

La nuova realizzazione risponde alle esigenze espresse dalla Val di Magra e,in particolare, i comuni di Sarzana, Lerici, Arcola, Santo Stefano, Castelnuovo, Ortonovo e Ameglia che con una deliberazione avevano già in passato approvato lo schema di convenzione con il ministero.
A Sarzana è attualmente presente un distaccamento misto dei Vigili del fuoco operante con un contingente di 12 unità permanenti e 17 volontari, che assicurano i turni di servizio sulle 24 ore.

Decisiva ai fini della approvazione finale è stata la disponibilità manifestata dalla Provincia della Spezia a concorrere alle spese e soprattutto la decisione della Regione di cofinanziare l'opera in misura significativa stanziando un milione di euro a fronte di un costo complessivo previsto di 2.400.000 euro.
«Con questo importante impegno di spesa - hanno concluso gli assessori regionali - la Regione ha voluto garantire un indispensabile servizio alla collettività. Sappiamo infatti che l'area della Val di Magra, compreso il comune di Lerici, costituisce la maggiore criticità per il soccorso urgente nell'ambito della provincia e la costruzione della nuova caserma valorizzerà sensibilmente questo territorio in termini di sicurezza generale. A questo punto il Comune di Sarzana potrà procedere all'esproprio del terreno per dare il via ai lavori con il prossimo anno».