5 aprile 2020
Aggiornato 15:30
Immobiliare

Nuova partnership tra la startup Locare e il gruppo Frimm

Andrea Napoli, fondatore di Locare: «una partnership che si fonda sulla professionalità che Frimm ha sempre offerto ai propri agenti e un’occasione di crescita per tanti professionisti del settore»

L'accordo tra la startup Locare e il gruppo Frimm
L'accordo tra la startup Locare e il gruppo Frimm Ufficio Stampa

PADOVA - Locare, la startup innovativa che online e su app offre servizi completi sulla locazione degli immobili, rafforza ulteriormente la propria presenza sul territorio nazionale grazie all’accordo sottoscritto con il gruppo Frimm, società leader nel franchising immobiliare, che coinvolgerà oltre 300 agenzie immobiliari, di cui 225 affiliati alla rete Frimm e 80 a quella REplat.

La partnership

La nuova partnership siglata nei giorni scorsi prevede che le agenzie affiliate a Frimm e REplat possano usufruire a condizioni agevolate dei servizi di Locare: da CompilAffitto, che genera in automatico un contratto di affitto con le corrette diciture e i riferimenti aggiornati, a RegistrAffitto, che consente la registrazione online dei contratti all’Agenzia delle Entrate in modo rapido e senza obbligo di pre-acquisto, fino a SalvAffitto, il servizio di assistenza che copre le spese legali e tutela il locatore già dalla prima morosità. L’accordo prevede inoltre l’avvio di percorsi formativi congiunti sul tema della locazione dedicati a tutti gli agenti Frimm.

«Si tratta di un accordo molto importante che ci permetterà di accelerare il nostro sviluppo e di raggiungere con più velocità gli obiettivi che ci siamo dati - afferma Andrea Napoli, Ceo e fondatore di Locare - Da qui prende avvio una partnership che si fonda sulla professionalità di alto livello che Frimm ha sempre offerto ai propri agenti, e che, grazie al tour formativo che lanceremo presto, si concretizzerà in un’occasione di crescita anche per tanti professionisti del settoreun’occasione di crescita anche per tanti professionisti del settore»

«Degli oltre 40.000 immobili che ogni anno transitano sulla nostra piattaforma MLS, circa l’80% sono incarichi di vendita», spiega Vincenzo Vivo, vicepresidente di Frimm S.p.A. «L’accordo con Locare stimolerà l’inserimento di incarichi di locazione all’interno del nostro sistema di collaborazione tutelata, sia a livello di collaborazione sia al più semplice livello gestionale. L’agente immobiliare potrà non soltanto usufruire dei servizi di compilazione e registrazione dei contratti d’affitto ma soprattutto proporre al suo cliente proprietario il prodotto Salvaffitto a condizioni competitive».

La startup Locare

Locare, fondata a Padova nel 2018 e accelerata da Aquarium Ventures e Seed Money, è la prima e unica startup innovativa in Italia a offrire un servizio online completo e verticalizzato sulla locazione degli immobili, che va dalla compilazione alla tutela dei contratti, fino alla gestione dell’affitto per tutta la durata prevista e alla consulenza legale specifica. La società per potenziare il proprio sviluppo ha lanciato a dicembre 2019 una campagna di equity crowdfunding sulla piattaforma CrowdFundMe raccogliendo l’interesse di numerosi investitori e superando ampiamente, a dieci giorni dal termine della raccolta, l’obiettivo fissato a 100mila euro. Ma c’è ancora tempo per partecipare alla campagna, che ha già raccolto il contributo di oltre 60 investitori.

Locare opera sia nel mercato b2b che in quello b2c, e tra i propri clienti vanta numerose agenzie immobiliari. È inoltre l’unica realtà del suo settore ad avere sviluppato un algoritmo predittivo di Rental Profiling, in grado di supportare i proprietari di immobili nell’identificare per tempo possibili situazioni di rischio nella locazione, sulla base dell’analisi di Big Data.

Il gruppo Frimm

Frimm S.p.A. fondata nel 2000 da Roberto Barbato, è presente sul mercato immobiliare con i franchising Frimm, REplat e con la piattaforma MLS Agent RE. In vent’anni di attività si è imposta come uno dei leader del settore grazie allo sviluppo, per la prima volta in Italia, di un MLS (Multiple Listing Service) trasversale aperto a tutti gli agenti immobiliari, software per la condivisione immobiliare, già standard operativo negli Stati Uniti ma sconosciuto in Italia. Oggi, grazie al successo del software MLS (che recentemente ha cambiato nome in Agent RE connected to REplat, da sempre sviluppato e gestito internamente) Frimm vanta il secondo network immobiliare sul territorio nazionale per numero di punti vendita aderenti con 1.130 agenzie immobiliari connesse e oltre 2.700 agenti immobiliari.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal