28 febbraio 2020
Aggiornato 01:00
editoria

Squid, l'app che sceglie le notizie in base ai tuoi gusti. E ci trovi anche DiariodelWeb.it

L’app Squid permette di sopperire alla necessità di essere in qualche modo informati o giusto per non essere tagliati fuori da quanto avviene intorno a noi

Squid, l'app che sceglie le notizie in base ai tuoi gusti. E ci trovi anche Diario del Web
Squid, l'app che sceglie le notizie in base ai tuoi gusti. E ci trovi anche Diario del Web ANSA

ROMA – Cosa c’è di meglio che essere sempre informati, ma su quello che di interessa davvero. Difficile? No, semplice. Basta scaricare e installare l’app Squid, il feed di news che, grazie anche a stickers e appunti da condividere sui social, permette di personalizzare le notizie. Ma, soprattutto, trovare e leggere quelle che più o davvero interessano, grazie alla possibilità di scegliere l’argomento preferito e la località geografica su cui si vuole essere tenuti aggiornati con le news – che si tratti di cronaca, sport, cultura, divertimento, salute e così via.

Pensata per i giovani ma non solo
L’app Squid pensata con un occhio di riguardo ai millenials che schivano la lettura di giornali – anche online – ma che sono grandi divoratori di news da social, permette di sopperire alla necessità di essere in qualche modo informati o giusto per non essere tagliati fuori da quanto avviene intorno a noi. L’aggregatore di notizie Squid, disponibile gratis per IOS e Android, è stato ideato da una startup formata da 6 giovani di nazionalità diverse, di cui l’Italia è rappresentata da Giulia Ranuzzi de Bianchi, ex economista all’Ocse.

Facile da usare e fruibile
L’app Squid è molto semplice da usare, e il suo compito è facilitato da una grafica accattivante – tutta personalizzabile: un qualcosa che oggi offre un valore aggiunto a chi, come i giovani, passano diverse ore con le dita e gli occhi incollati al display. Squid può infatti essere personalizzata scegliendo diversi temi a seconda dell’interesse. Si va dai più tradizionali a quelli meno consueti: dai Vloggers alle Weird news (le notizie strane), ma non mancano i temi come gaming, e-sport, videonews e, a breve, anche startup. Come accennato, l’utente che lo desideri può personalizzare anche le notizie che più piacciono o incuriosiscono: a queste si possono ‘attaccare’ sticker come per esempio quello che rappresenta l’app a forma di calamaro (squid in inglese). E poi si possono aggiungere frasi o scritte personalizzate, appunti a margine, sottolineature eccetera. Tutte azioni che potranno comodamente essere condivise sui vari social.

Migliaia di fonti
Le fonti di notizie, sottolinea Giulia Ranuzzi de Bianchi, sono diverse migliaia per ogni Paese che è stato incluso nella app. In più sono stati inclusi i blog, cosa che in genere non si trovano in molti aggregatori. Per questo, spiega ancora, c’è voluto quasi un anno di lavoro, che tuttavia non si ferma dato che ne vengono inseriti di continuo. Squid è un’app molto ‘visiva’, le news sono infatti accompagnate da immagini molto grandi e d’impatto. Per questo è prediletta da molti utenti che preferiscono questo genere di approccio. Fin dal suo rilascio, ad aprile, l’app è stata scaricata milioni di volte a dimostrazione che piace, dando del filo da torcere ad altre applicazioni simili più famose e presenti da più tempo. Insomma, per chi è in cerca di un aggregatore al passo con i tempi e personalizzabile Squid è la risposta. Senza poi contare che oggi trovi anche le news di DiariodelWeb.it.