Smartphone

Con questa batteria rivoluzionaria ricarichi lo smartphone in pochi secondi

I ricercatori stanno studiando un nanomateriale chiamato Mxene che permetterebbe agli smartphone di ricaricarsi in una manciata di secondi.

Con questa batteria rivoluzionaria ricarichi lo smartphone in pochi secondi
Con questa batteria rivoluzionaria ricarichi lo smartphone in pochi secondi (Shutterstock.com)

FILADELFIA - SI chiama Mxene e potrebbe essere un materiale rivoluzionario per tutti coloro che possiedono uno smartphone (ormai oggi esistono più sim che persone: abbiamo infatti superato quota 7,5 miliardi di cellulari presenti sul globo). Con questo materiale potremmo potenzialmente ricaricare i nostri smartphone in pochissimi secondi.
Alla base del Mxene, studiato da alcuni ricercatori della Drexel University di Filadelfia, c’è una struttura definita quasi 2D che, grazie al nanomateriale in questione e a un particolare gel, permette di creare degli elettrodi ad alta connettività, consentendo agli ioni di muoversi liberamente, un po' come avviene il rame o l'alluminio usati nei cavi elettrici. Questo meccanismo, per quanto complesso, permette a una batteria di ricaricarsi molto più velocemente di quanto non avvenga di consueto.

Sul mercato entro pochi anni
Malgrado le batterie ricaricabili moderne utilizzate dagli smartphone integrino tecnologie sempre più avanzate che permettono tempi di ricarica decisamente più brevi rispetto a un tempo, il Mxene potrebbe rappresentare davvero una rivoluzione, accorciando ulteriormente i tempi ai 5-10 secondi. La ricerca relativa a questo nanomateriale e al suo utilizzo è già in fase piuttosto avanzata e potrebbe arrivare sul mercato entro pochi anni. Non resta, quindi, che attendere l’avvento di queste tecnologie che potrebbero davvero permetterci di ricaricare lo smartphone in una manciata di secondi.