intelligenza artificiale

Cos'è Echo Look, l'assistente di Amazon che ci fa l'outfit perfetto

E' una videocamera, piccola, maneggevole, costantemente collegata ad Alexa, l’assistente virtuale per la casa di Amazon. Lavora per noi come una vera personal shopper

Cos'è Echo Look, l'assistente di Amazon che ci fa l'outfit perfetto
Cos'è Echo Look, l'assistente di Amazon che ci fa l'outfit perfetto (Amazon)

ROMA - Spesso, soprattutto per le donne, scegliere l’outfit perfetto è un vero dilemma. La frase più pronunciata prima di un appuntamento, che sia un aperitivo o un colloquio di lavoro, è sempre la solita: «Non ho niente da mettermi», pronunciata magari di fronte a un armadio che pullula di vestiti, alcuni inutilizzati da anni. Roba da donne. E potesse esserci qualcuno o qualcosa a consigliarci ogni volta? Non sarebbe perfetto? Nella fattispecie si chiama Echo Look. Non è una persona, ma ormai l’intelligenza artificiale ha fatto passi da gigante e (credetemi) può essere molto più obiettiva di noi.

La videocamera di Amazon
Echo Look è di Amazon, è una videocamera, piccola, maneggevole, costantemente collegata ad Alexa, l’assistente virtuale per la casa di Amazon. Lavora per noi come una vera personal shopper. Le posiamo dire di tutto, di scattarci un selfie, di registrare un video a 360 gradi da vedere in diretta sul nostro smartphone (così potremmo vedere come sta l’abito dal lato b). In questo modo potremo condividere i nostri outfit (e noi, come se fossimo delle dive) sui social network.

Il personal shopper virtuale
Ma Echo Look è capace anche di dare consigli. E’ sufficiente che le chiediamo di scattare due selfie ognuno con un outfit differente: Alexa ci dirà qual è quello che si addice di più, confrontando i trend online del momento e consigliandoci, peraltro, se è il caso di aggiungere qualcosa (Alexa è sempre informata su tutte le tendenze fashion del momento). Lo spazio dell’intelligenza artificiale e del machine learning non ha confini, anche se il gusto estetico è difficile da valutare e molto più legato a un aspetto puramente sensoriale che esula dalla freddezza dell’algoritmo di una macchina. In assenza di un personal shopper, però, una videocamera potrebbe esserci più che sufficiente. Il prezzo poi è abbastanza abbordabile, circa 200 dollari, anche se attualmente è disponibile solo su invito.

(Shutterstock)

Cosa si nasconde dietro
Se l’intelligenza artificiale viene in aiuto a noi, sicuramente giova a favore anche di chi la offre, in questo caso Amazon. Attraverso la videocamera, il colosso di Jeff Bezos può venire a conoscenza di una moltitudine esponenziale di dati che riguardano i gusti dei consumatori. Attraverso la proposta di outfit specifici o l’elargizione di consigli sugli ultimi trend la videocamera è capace di capire i nostri gusti e li immagazzina sotto forma di dati. Dati che servono ad Amazon per profilare gli utenti e, in futuro, proporre loro esattamente gli abiti che comprerebbero sulla famosa piattaforma di e-commerce. Una strategia, quella dei Big Data e dell’intelligenza artificiale, che sta solleticando un po’ tutti i Big all’opera per implementarla all’interno dei propri sistemi. A noi resta la consapevolezza. Di un clic.