23 agosto 2019
Aggiornato 04:30
con un'unica tessera

FitDream, come trovare una palestra in ogni città

FitDream consente di avere accesso con un’unica card a diversi impianti sportivi, palestre e piscine in alcune città italiane, avendo la possibilità di “utilizzare” una struttura sportiva diversa ogni giorno

MILANO - Benessere fisico e psichico, si sa, vanno di pari passo. Spesso, però, è difficile conciliare l’attività professionale con l’attività fisica, soprattutto quando si hanno ritmi stressanti di lavoro o si è costretti a spostarsi spesso per motivi professionali. E, così, in una nuova città, anche se solo per poco tempo, diventa un’impresa trovare un centro sportivo che sia disposto a farci allenare solo per pochi giorni.

Un’unica card per fare sport
Ora immaginate di poter avere accesso con un’unica card ai migliori impianti sportivi, palestre e piscine in Italia, avendo la possibilità di «utilizzare» una struttura sportiva diversa ogni giorno e avendo sempre una palestra a disposizione nelle vicinanze (casa, lavoro, vacanza), e al tempo stesso poter variare il proprio allenamento, passando dalla palestra alla piscina fino ad arrivare alla seduta di yoga. Tutto questo è possibile grazie a FitDream.

Dalla Serbia all’Italia
«L’azienda - spiega Andrea Di Gioia, Country Manager di FitDream in Italia - è nata in Serbia nel 2014 dalla passione che i fondatori coltivavano per il fitness e per il benessere. In particolare, la volontà di creare questa impresa si era sviluppata a partire da un bisogno che loro avevano individuato, grazie alle precedenti esperienze manageriali che avevano vissuto, e che ruota attorno alla necessità di creare un legame più solido tra impresa e dipendente. Per riuscire a raggiungere questo obiettivo, hanno pensato di progettare e realizzare un’unica card, per accedere ad una serie di strutture sportive, che un’impresa può acquistare per i propri dipendenti. In questo modo si avrà un doppio vantaggio, da una parte per il dipendente, che vedrà un miglioramento del proprio benessere, derivante dall’attività fisica, e dall’altra per l’azienda, che potrà riscontrare anche aumento della produttività e un miglioramento del clima all’interno della propria struttura aziendale».

Su Milano e Roma
FitDream ha iniziato a muovere i primi passi in Italia nel settembre 2016, stabilendo diverse partnership con numerosi centri sportivi su Milano e Roma: attualmente la startup ha coinvolto 70 centri su Milano e 30 su Roma. «Abbiamo un team italiano di 10 persone - continua Andrea - e grazie a investitori provenienti da tutte le parti del mondo stiamo pensando di allargarci ulteriormente. In totale FitDream conta 50 dipendenti».

Anche per le aziende
FitDream, inoltre, si rivolge anche alle aziende italiane grazie a un sistema che consente loro di poter mettere a disposizione di ogni dipendente una card, per dare l’opportunità al dipendente stesso di accedere a molti impianti sportivi in Italia. L’obiettivo, in questo caso, è riuscire a far crescere e migliorare il benessere del dipendente. Ma gli obiettivi sono tanti. «Per questo primo anno in Italia vogliamo lavorare per sviluppare e consolidare una copertura importante su Milano e Roma, per far sì che l’utente trovi sempre una palestra vicino a casa o all’ufficio, in modo tale che non debba affrontare lunghi tragitti - conclude Andrea -. E in un secondo momento, miriamo a diventare un punto di riferimento per dare la possibilità di allenarsi facilmente a chiunque ha la necessità di spostarsi sul territorio italiano».