19 agosto 2019
Aggiornato 05:30
guadagni

Intelligenza Artificiale, i settori d'impiego più redditizi

Secondo la International Data Corporation i ricavi globali derivanti dai sistemi di intelligenza artificiale si aggirerebbero nel 2016 intorno agli 8 miliardi di dollari. Una cifra che, sempre in base ai calcoli dell'Idc, è destinata a crescere e superare i 47 miliardi entro il 2020

ROMA - Parola d’ordine Intelligenza Artificiale. Insieme alle wearable technology e alla realtà virtuale si appresta ad essere uno dei settori con più ampia crescita nei prossimi dieci anni. Dai robot umanoidi agli algoritmi per interpretare i Big Data, dai meccanismi di usabilità delle app agli assistenti virtuali (e vocali) che troviamo nei nostri smartphone e non solo, dagli algoritmi per la messa in sicurezza dei ponti alle assicurazioni. E siamo ben lontani da film come «A.I.» di Steven Spielberg dove la materia e l’uomo erano dominati da una forza di Intelligenza Artificiale suprema. Qui le cose si fanno serie.

Il mercato dell’Intelligenza Artificiale
Già perché gli ambiti di applicazione si faranno sempre più estesi. Secondo la International Data Corporation i ricavi globali derivanti dai sistemi di intelligenza artificiale si aggirerebbero nel 2016 intorno agli 8 miliardi di dollari. Una cifra che, sempre in base ai calcoli dell'Idc, è destinata a crescere e superare i 47 miliardi entro il 2020. Tra un calcolo e l’altro l’Idc fa sapere che la percentuale di crescita annua potrebbe aggirarsi intorno al 55,1%: un dato che indica sostanzialmente la crescita media stimata su un periodo di tempo di alcuni anni, in questo caso dal 2016 al 2020. A credere maggiormente nell’Intelligenza Artificiale i Paesi all’avanguardia per eccellenza, tra quelli emergenti e vecchi Big, quelli che non hanno mai sbagliato un colpo e di certo non lo sbagliano ora. Stati Uniti e Canada in testa, seguiti dal Medio Oriente. L’Italia, come capita spesso, resta tra i fanalini di coda.

Le professioni AI più redditizie
E per un settore in forte espansione, serve qualcuno che ci sappia lavorare. A tal proposito, la società di market intelligence Tractica, specializzata in analisi su interazione tra umani e tecnologia, ha diffuso i dati di una proiezione relativa ai casi d’impiego di AI più redditizi, fino al 2025. Una prospettiva di 8 anni, che tenta di mostrare in che modo e con quale ROI le aziende sfrutteranno strumenti e funzionalità della tecnologia artificiale e intelligenti in continua evoluzione.

()

Le professioni AI più redditizie
In testa alla classifica il settore più redditizio sarà rappresentato da Riconoscimento di immagini statiche, classificazione e tagging con poco oltre 8 miliardi di dollari. A seguire Algoritmi previsionali per migliorare le performance strategiche di trading con 7.5 miliardi di dollari e gestione dei dati in ambito sanitario ($7.4 miliardi). Tra le varie tipologie d’uso, anche la Content Distribution sui Social Media promette interessanti ricavi, con circa 3.5 miliardi di dollari, segno che il «Contenuto» rappresenterà sempre di più un mezzo efficace nelle strategie di marketing e reputation online. Insomma, per chi è ancora indeciso sul da farsi oppure deve cambiare binario, provate a puntare verso l’AI. Secondo noi non rimarrete delusi.