11 dicembre 2019
Aggiornato 09:00
3D printing

Petals, l'abito di 1600 petali stampato in 3D

Il vestito è composto da 1600 tasselli rigidi interconnessi tra loro. Il vestito è stato stampato tutto insieme da un'unica stampante 3D

ROMA - Un’oda di petali che fluttua nell’aria come mossa dal vento. E’ questo l’effetto che appare, in prima battuta, nel video creato da Kinematic Petals Dress e che mostra un’abito completamente stampato con la stampa 3D. Un progetto innovativo che ha catturato la nostra attenzione per la complessità e lo splendore con cui i fondatori dello studio di progettazione Nervous System sono riusciti a creare questo effetto.

L’abito in petali stampato in 3D
L’abito Petals, così si chiama, è stato realizzato in occasione dell’esposizione TechStyle a Boston. E’ composto da ben 1600 tasselli interconnessi a forma di petalo. Le misure generali del vestito sono state ricavate dalla scansione del fiso della ragazza che lo dovrà indossare attraverso dei software specifici. Attraverso l’interconnessione dei petali, il vestito è flessibile, come si vede dal video, pur essendo composto di elementi rigidi. La fabbricazione dell’abito è stata resa possibile attraverso la programmazione di software specifici che hanno reso possibile la stampa del vestito tutto insieme con un’unica stampante 3D, piuttosto che stampare uno per uno i 1600 tasselli che lo compongono e poi unirli in un secondo momento. Per un risultato davvero affascinante.

Kinematic Petals Dress from Nervous System on Vimeo.

Il mercato delle stampanti 3D
Ed è così che il mercato delle stampanti 3D arriva alla quotidianità ed è pronto per un’adozione su larga scala. IDC prevede infatti che la stampa 3D si espanderà a livello globale con un tasso di crescita annuo composto del 27%. Ciò significa che l’industria, che nel 2015 valeva quasi 11 miliardi di dollari, raggiungerà i 26,7 miliardi di dollari entro il 2019. A trainare la crescita saranno i mercati dell’Europa occidentale, Asia e Stati Uniti. La porzione complessiva di spesa globale in stampa 3D per queste tre macro aree è prevista in aumento dal 59,2%, registrato nel 2014, a circa il 70% entro il 2019. Questo sarà il risultato di una maggiore adozione di applicazioni di stampa 3D nel settore industriale. La Cina, in particolare, è destinata a diventare leader di mercato per l’hardware. Secondo le stime di IDC il mercato dell’Europa occidentale, che ha chiuso il 2015 a quota 2,5 milardi, nel 2019 varrà 7,2 miliardi di dollari, con un tasso medio annuo di crescita superiore a quello mondiale: 29,6%.