25 marzo 2019
Aggiornato 00:00
sfida ad apple

Google Phone, il primo smartphone di Mountain View a fine anno

Lo smartphone di Google potrebbe arrivare addirittura entro fine anno. In questo modo il colosso americano di approprierebbe di tutta la filiera, dal design, alla produzione, alla vendita

Lo smartphone di Google
Lo smartphone di Google Shutterstock

MILANO - Uno smartphone Google dalla A alla Z, progettato interamente dal colosso di Mountain View, dal design alla produzione. Niente a che vedere con la famiglia Nexus lanciata da Google gli scorsi anni. Secondo Telegraph le voci che si rincorrevano da diversi mesi sarebbero davvero fondate e l’arrivo del nuovo smartphone potrebbe avvenire addirittura entro la fine del 2016.

In arrivo lo smartphone di Google
Oltre a software e design anche la costruzione sarebbe, di fatto, ad opera di Google, cosa che, invece, non è avvenuta per la famiglia Nexus. L’approccio del colosso americano è quello di rifarsi alla linea di produzione operata da Apple, con i reazione di hardware e software. In questo modo, negli anni, si potrebbero implementare meglio i prodotti, generando dispositivi altamente usabili e in grado di ricevere velocemente gli aggiornamenti di sicurezza e quelli relativi alle nuove funzionalità. Cosa, questa, che risulterebbe più macchinosa nel caso in cui l’hardware fosse costruito da un colosso esterno a Google. Il tutto, peraltro, nell’ottica di controllare anche l’ultimo pezzo dell’esperienza Android, uno dei più importanti. La sfida ad Apple è aperta. Del resto il colosso della Mela morsicata vanta profitti superiori a Google dato il controllo completo su tutta la filiera, dal sistema operativo, all’hardware, alla pubblicazione delle app, malgrado le app più scaricate siano quelle con sistema Android.

Controllo della filiera
Di fatto, con uno smartphone proprietario Google potrebbe sfoggiare la visione del colosso delle ricerche in ambito smartphone sul piano hardware, un po' quello che è il senso dei dispositivi della famiglia Nexus in ambito software. Google si è naturalmente rifiutata di commentare sui rumor messi alla luce dal Telegraph, tuttavia la notizia conferma una serie di indiscrezioni trapelate negli scorsi mesi secondo cui Google è da tempo alla ricerca di un maggior controllo all'interno della famiglia Nexus. Entrando direttamente nel mondo degli smartphone Google potrebbe cambiare completamente strategia, alienando i produttori di terze parti che oggi sfruttano Android per il successo delle proprie line-up di smartphone. In ogni caso il CEO di Google, Sundar Pichai, ha ribadito più volte che la società non smetterà di supportare i produttori di terze parti.