19 agosto 2019
Aggiornato 15:30
fasi finali

Chiusa la call di 42Accelerator, dal Brasile alla Germania le startup si sfidano

Il programma di accelerazione prevede: 4 mesi di supporto tecnico e metodologico per arrivare fino al product-market fit; 2 mesi di accompagnamento al fund raising; da 25.000 a 50.000 Euro di sostegno finanziario; l'accesso a un network internazionale di aziende corporate ed investitori istituzionali

TORINO - 42Accelerator, acceleratore di startup con sede a Torino, attivo da maggio 2015, ha chiuso, ad inizio marzo, la sua seconda call internazionale atta alla ricerca dei migliori team e progetti innovativi high-growth in fase di validazione prodotto-mercato.

Vola l’industria della robotica e degli IOT
Ottimi i risultati raggiunti: sono infatti 230 le application ricevute (+150% rispetto alla call precedente) di cui 50% italiane e 50% straniere a testimoniare che a livello mondiale si riconosce all’Italia, e al Piemonte, un ruolo importante nella creazione e nell’accelerazione di impresa. Le Industry maggiormente rappresentate sono robotica e IOT. I progetti ricevuti sono stati analizzati dal team di 42, guidato da Irene Cassarino, attraverso l’applicazione di un metodo innovativo che ha replicato le migliori best practice internazionali, principalmente statunitensi, adattandole alle necessità del nostro ecosistema. Il Cuore del processo di selezione è stato assicurarsi che i  progetti e i team si siano appoggiati, nella costituzione della loro impresa, all’ evidenza di un bisogno riconosciuto dal mercato  e alla capacità di manipolare la tecnologia sviluppando un prototipo, prendendo quindi le distanze da un sogno imprenditoriale coltivato a tavolino.

La fase finale della call 42Accelerator
«Abbiamo costruito un metodo di selezione complesso, diviso in tre fasi» - spiega Irene Cassarino -. Nella prima fase valutiamo la robustezza delle Startup rispetto ai 2 rischi principali di fallimento: la mancanza di Problem-Solution Fit e di un team adeguato. Le startup sono state poi valutate in base all’Investment Readiness Level del progetto, per giungere ad una Short List, per giungere ad una Short List. La terza fase, infine, vedrà coinvolti i team in un evento collettivo di due giorni che abbiamo chiamato 42StartupChallenge». Saranno proprio le venti startup raccolte nella short-list, provenienti da tutta Italia, Germania, Francia e Brasile, ad essere ospitate da 42Accelerator nelle giornate di giovedi 31 Marzo e il venerdi 1 Aprile per la selezione finale: due giorni di lavoro in team, simulazioni, sfide e colloqui che porteranno a selezionare i progetti più adatti a proseguire con il programma di accelerazione di 42accelerator. Il programma di accelerazione prevede: 4 mesi di supporto tecnico e metodologico per arrivare fino al product-market fit; 2 mesi di accompagnamento al fund raising; da 25.000 a 50.000 Euro di sostegno finanziario; l'accesso a un network internazionale di aziende corporate ed investitori istituzionali.