29 settembre 2020
Aggiornato 13:00
in inghilterra è il nuovo mestiere

Professione «coccolatore» di gatti a Newcastle

Non sapete cosa fare e vi piacciono i gatti? Potreste trasferirvi in Inghilterra dove coccolarali è diventata quasi una professione

NEWCASTLE - Siete in cerca di lavoro e amate i gatti? Preparatevi perché la professione del futuro è il cosiddetto «coccolatore di felini». Roba da leccarsi i baffi per chi questi animali li ama davvero.

Il coccolatore di gatti
La novità arriva da Newcastle, in Inghilterra, dove pare sia abbastanza facile trovare sul giornale degli annunci di lavoro che recitano: «AAA: gattile in località x cerca personale (regolarmente retribuito) disposto a dedicare il suo tempo per coccolare i gatti». Se ci si pensa bene, è facile che possa scappare un sorriso, ma si tratta di un impiego vero e ben pagato. Roba che per chi ama i gatti, ma non può tenerli per vari problemi, potrebbe rappresentare una vera rivoluzione.

Abituare i gatti all’uomo sin dalla nascita
L’esigenza di trovare dei «coccolatori di gatti» in realtà ha radici piuttosto serie. E’ molto frequente, infatti, che i gatti adottati da colonie feline e che quindi non sono stati abituati a interagire con gli uomini fin da piccoli, nel momento in cui si trovano a doverlo fare - per di più in una casa tutta nuova - si mostrano decisamente riluttanti e faticano ad adattarsi alla vita domestica. E’ in questa ottica che nasce il «coccolatore di gatti» perché i felini che, entro l’anno di nascita, non vengono abituati alla presenza dell’uomo, diventano poi selvatici o semi-selvatici. Insomma, un po’ come per gli esseri umani che hanno bisogno di coccole fin dalla culla. La nuova professione mira a risolvere proprio questo cruccio. Al momento si tratta di una novità tutta inglese, dove, diciamolo, i soldini di certo non mancano. Ma chissà, l’opportunità potrebbe anche sbarcare in Italia. Gli amanti di gatti sono avvisati.