23 agosto 2019
Aggiornato 04:00
curiosità e tradizione

E' il 29 febbraio, ecco perchè il 2016 è un anno bisestile

Sarebbe un anno sfortunato (il Titanic è affondato proprio in un anno bisestile). Cade ogni 4 anni ed è definito il giorno che non c'è. Tante le curiosità legate al 29 febbario, racchiuse in una divertente infografica

ROMA - Anno bisesto, anno funesto. Un detto dice così in merito all’annata che conta un giorno in più, che poi è quello di oggi, il 29 febbraio. Tante le leggende e le tradizioni legate a questa giornata in eccesso che cade ogni 4 anni, tranne quelli divisibili per 100, a patto che a loro volta non siano divisibili per 400. Un po’ di confusione? Niente paura: per semplificare, il termine «bisestile» proviene da «bissextile», nonché il sesto giorno in più verso l’inizio di marzo, e l’aggiunta del 29 febbraio è stata decretata per evitare lo slittamento delle stagioni con 24 ore di ritardo nell’ambito del moto del sistema solare.

Anno bisesto
Le curiosità legate a questo strano giorno dell’anno sono molte, tanto che stampaprint.net, ne ha realizzato una infografica, contenente le più divertenti ed interessanti. Lo sapevate, a esempio, che secondo la tradizione dei paesi anglosassoni, il 29 febbraio è l’unico giorno in cui le donne possono chiedere la mano al fidanzato? Oppure che è considerato un anno sfortunato?(il Titanic è affondato proprio durante un anno bisestile). A conti fatti sono 4,1 milioni le persone nate il 29 febbraio, il giorno che non c’è, e per loro è stato costituito ad hoc pure un club, l’Honor Society of Leap Year Day Babies. Per la giornata anche Google ha pensato a un doodle e il 29 febbraio si trasforma in un leprotto saltellante, che si conquista il suo posto tra i due compagni, 28 febbraio e 1 marzo. Insomma, una 24 ore davvero speciale, tutta da godere, visto che capita solo ogni 4 anni.