24 maggio 2022
Aggiornato 02:00
bandi

Reti mobili a banda larga, MONROE cerca risorse

Il profilo degli sperimentatori esterni potenziali è ampio e comprende gli accademici, l’industria o le piccole e medie imprese attive nella ricerca e/o nello sviluppo di tecnologie a banda larga mobile, di protocolli e/o applicazioni

TORINO - Sperimentatori, innovatori, ingegneri fatevi avanti: la piattaforma MONROE sta cercando proprio voi. Il progetto MONROE (Measuring Mobile Broadband Networks in Europe), finanziato dall'UE H2020, costruisce e gestisce una piattaforma aperta su scala europea con funzionalità multi-homing per eseguire esperimenti su reti mobili operative a banda larga (MBB). La piattaforma consisterà in un massimo di 100 nodi fissi e 150 mobili, ciascuno collegato a tre operatori MBB e WiFi. Inizialmente, i nodi verranno distribuiti in 4 paesi: Norvegia, Svezia, Spagna e Italia.

PoliTo partner del progetto
Capofila del progetto è il Simula Research Laboratory, in Norvegia. Il progetto coinvolge sette partner, tra cui università, istituti di ricerca e operatori industriali di Norvegia, Italia, Spagna e Svezia. Il Politecnico di Torino è partner del progetto con il gruppo di ricerca coordinato dal Prof. Marco Mellia del Dipartimento di Elettronica. Il team torinese si occuperà di gestire i nodi installati in Italia, cinquanta dei quali saranno posizionati su alcuni autobus e tram a Torino e permetteranno di studiare innovativi sistemi e servizi per rendere le nostre città sempre più smart, come ad esempio applicazioni di videosorveglianza sui mezzi pubblici.

Call MONROE per reclutare sperimentatori
Il progetto MONROE propone ora una Call per reclutare sperimentatori esterni al progetto, che potranno proporre iniziative di ricerca; le proposte selezionate saranno finanziate dal progetto per eseguire misurazioni attive/passive e sperimentazioni sulla piattaforma MONROE. Ogni sperimentatore selezionato attraverso il primo bando avrà accesso alla piattaforma per un massimo di 18 mesi e sarà finanziato con un massimo di 150 mila euro. MONROE organizzerà due call; il budget totale per la prima è 1,8 milioni di euro. Inoltre, MONROE incoraggia gli sperimentatori a estendere la piattaforma in termini di funzionalità, dislocando i nodi MONROE in più postazioni e Paesi. Il profilo degli sperimentatori esterni potenziali è ampio e comprende gli accademici, l’industria o le piccole e medie imprese attive nella ricerca e/o nello sviluppo di tecnologie a banda larga mobile, di protocolli e/o applicazioni. Possono fare domanda soggetti provenienti dagli Stati membri dei Paesi dell'Unione Europea e dei Paesi Associati. Il termine ultimo per la presentazione delle proposte è il 15 marzo entro e non oltre le ore 17.00. Qui per ulteriori informazioni.