19 gennaio 2020
Aggiornato 21:30
eventi e workshop in tutta Italia

Startup, al via la settimana dell'innovazione

La Regione Lazio ha istituito il "Fondo per la riduzione della pressione fiscale a carico delle imprese start-up innovative", con una dotazione di 1 milione di euro l'anno per il triennio 2016-2018

ROMA - E' partita ufficialmente oggi a Roma presso Lazio Innova la settimana europea delle Start Up (Sew), ideata su progetto della Commissione Europea, che sarà celebrata da oggi al 5 febbraio in più di 200 città attraverso workshop, eventi di networking, momenti informativi e formativi con l'obiettivo di fornire una panoramica delle opportunità, degli strumenti e dei finanziamenti della Regione Lazio e dell'Europa in favore delle startup.

Sew Statup
All'iniziativa hanno partecipato il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, l'assessore regionale allo Sviluppo economico e Attività produttive Guido Fabiani, Andrea Ciampalini (direttore generale di Lazio Innova), Stefano Firpo (direttore generale di politica industriale, competitività e Pmi del Ministero dello Sviluppo economico), Gianmarco Carnovale (presidente di Roma Startup) e Gian Paolo Manzella (consigliere regionale). «Le startup rappresentano il tessuto vitale del nostro territorio e le azioni messe in campo dalle Istituzioni svolgono un ruolo determinante per lo sviluppo dell'intero ecosistema produttivo della Regione Lazio. E' importante che nuove iniziative imprenditoriali trovino un'ambiente favorevole per conquistare quote di mercato anche in campo internazionale - ha commentato Fabio De Furia, presidente del Consorzio Roma Ricerche e vice presidente della Miami Scientific Italian Community -. Noi, come ente di ricerca - aggiunge -, abbiamo messo in campo il progetto The Technology Park in collaborazione con il Tecnopolo Tiburtino, favorendo in questo senso la nascita di queste realtà supportando il trasferimento tecnologico, offrendo il meglio dal mondo della ricerca, sostenendo le idee di giovani talenti e offrendo loro un habitat e uno sbocco sul mercato del Centro e Sud America». L'incontro ha rappresentato anche un'occasione di confronto con imprese, enti di ricerca, startupper, incubatori, enti di finanziamento, associazioni e, in generale, con tutti gli stakeolder coinvolti nel processo di nascita e sviluppo delle start up.

Impresa innovativa e giovane
Durante la giornata sono intervenuti numerosi attori istituzionali e stakeholder regionali del mondo delle startup; oltre al Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, e all'assessore regionale allo Sviluppo Economico e Attività Produttive, Guido Fabiani, sono intervenuti anche, tra gli altri, il direttore generale per la Politica Industriale, Competitività e Pmi del Mise, Stefano Firpo, il direttore generale di Lazio Innova, Andrea Ciampalini, e il consigliere regionale Gian Paolo Manzella, oltre a rappresentanti di Unicredit, Bnl, Tim #Wcap, ENEL Lab, Gala Lab, Wind, Ericsson, Cisco, Luiss Enlabs, PI Campus, Università Roma Tre, Cnr e Asset Camera. Presentati, in particolare, gli esiti degli interventi svolti fin qui dalla Regione e annunciate le prossime azioni a favore del mondo dell'impresa innovativa e giovane. Nei primi due anni e mezzo di attività, la Regione ha già destinato 18,5 milioni di euro per le startup innovative, suddivise tra fondi europei e fondi regionali, risorse che hanno permesso di sostenere la progettualità di centinaia di startup. A questo si aggiungono 6,5 milioni che hanno sostenuto oltre 140 idee di impresa innovativa presentati da imprese femminili e giovani under 35. Primo degli interventi regionali per il 2016 presentati è stato il rimborso dell'Irap per le startup: una misura tramite la quale verranno attivati i rimborsi fiscali per le startup innovative. La Regione ha infatti istituito il "Fondo per la riduzione della pressione fiscale a carico delle imprese start-up innovative", con una dotazione di 1 milione di euro l'anno per il triennio 2016-2018. A beneficiarne saranno le startup innovative iscritte nella apposita sezione speciale del registro delle imprese del Mise, che abbiano almeno una sede operativa nel Lazio e che abbiano avviato l'attività dopo il 1° gennaio 2012. Il rimborso fiscale, che sarà totale o parziale a seconda del numero delle domande pervenute, riguarderà l'Irap dei primi due esercizi fiscali. Per quanto riguarda la nuova programmazione 2014-2020 per le startup, gli spin off di ricerca e le imprese innovative, la somma complessiva a disposizione è pari a 100 milioni di euro tra fondi europei e bilancio regionale. All'evento romano faranno seguito altri quattro appuntamenti sul territorio, con degli open days in 4 Spazi Attivi, uno per Provincia, in ognuno dei quali si terranno delle sessioni tematiche a febbraio: Viterbo, Latina, a Ferentino (FR) e a Rieti.