22 maggio 2019
Aggiornato 09:30
Terrorismo

New York, attentato a Manhattan: ecco chi è l'attentatore

Le stazioni della metro A, C ed E della metro di New York sono state evacuate. C'è stata un'esplosione a Port Authority

NEW YORK - Le stazioni della metro A, C ed E della metro di New York sono state evacuate. C'è stata un'esplosione a New York City, tra la 42esima Strada e l'ottava Avenue, a Manhattan. Lo riferiscono i media statunitensi, che riprendono anche scene di panico tra i presenti e i testimoni dell'accaduto. Una persona sarebbe stata arrestata dopo aver fatto esplodere quella che probabilmente era una bomba rudimentale fatta con un tubo di ferro. L'esplosione è avvenuta proprio nell'ora di punta a Port Authority, la stazione centrale degli autobus, vicino a Times Square, dove transitano ogni giorni centinaia di migliaia di persone.

Un'immagine dal luogo dell'attentato, New York
Un'immagine dal luogo dell'attentato, New York (GIULIA ALICE POZZI)

Un altro attentato a New York City
La polizia e i vigili del fuoco sono sul posto mentre i media americani riferiscono di scene di panico. Al Port Authority Bus Terminal transitano ogni giorno 230.000 persone. E si avrebbe notizia di alcuni feriti. Tra loro c'è anche la persona arrestata, quella che avrebbe fatto esplodere l'ordigno rudimentale per sbaglio. Secondo le prime informazioni riportate dai media locali, l’ordigno artigianale sarebbe esploso in maniera del tutto accidentale mentre veniva trasportato sul luogo dell'attentato. Per questo ha ferito in maniera grave anche la persona che lo stava trasportando allo scopo di realizzare l'attentato nel bel mezzo della folla.

Un'immagine dal luogo dell'attentato, New York City
Un'immagine dal luogo dell'attentato, New York City (GIULIA ALICE POZZI )

L'ordigno è esploso prima del tempo per errore
Pare che l'ordigno fosse nascosto sotto un giubbotto per non dare nell'occhio. Il presunto attentatore è stato trasportato al Bellevue Hospital. Anche una seconda persona è rimasta ferita, ma non in maniera grave. E non si esclude che l'esplosione abbia ferito altre persone presenti in loco. La Cnn riferisce di due distinte detonazioni perciò è probabile che gli ordigni fossero almeno due e che siano esplosi anzitempo. La Casa Bianca ha reso noto che il presidente, Donald Trump, è già stato informato.

Un'immagine dal luogo dell'attentato, New York City
Un'immagine dal luogo dell'attentato, New York City (GIULIA ALICE POZZI)

L'identità dell'attentatore
L'ex capo della polizia di New York, Bill Bratton, ha detto su Msnbc, citando fonti della polizia, che l'esplosione a Manhattan sarebbe stata provocata da una bomba malfunzionante posizionata in un tunnel della stazione di Port Authority da un uomo sui 20 anni, forse originario del Bangladesh e nel Paese da sette anni, che avrebbe inneggiato all'Isis. Secondo il New York Post, invece, l'attentatore avrebbe 27 anni e vivrebbe a Brooklyn. Sembra che l'ordigno che aveva addosso sia esploso intorno alle 7:40 del mattino. La polizia per ora non ha confermato le indiscrezioni sui legami dell'uomo fermato con l'Isis e sulla sua origine. Vale però la pena ricordare che anche lo scorso 31 ottobre la città è stata vittima di un attentato, poi rivendicato dall'Isis.