14 novembre 2019
Aggiornato 19:30
Uragani e tornadi

Tornado provoca due morti, centinaia senza casa negli Stati Uniti

Diversi tornado si sono abbattuti ieri sulla zona centro-occidentale degli Stati Uniti, colpendo soprattutto lo Stato della Georgia: due persone hanno perso la vita, centinaia di auto sono state ribalte, diverse case ed esercizi commerciali distrutti e 24.000 persone sarebbero ancora senza corrente elettrica

NEW YORK - Diversi tornado si sono abbattuti ieri sulla zona centro-occidentale degli Stati Uniti, colpendo soprattutto lo Stato della Georgia: due persone hanno perso la vita, centinaia di auto sono state ribalte, diverse case ed esercizi commerciali distrutti e 24.000 persone sarebbero ancora senza corrente elettrica.

Il sistema di tornado ha investito soprattutto la città di Adairsville, cento chilometri a nord di Atlanta, la capitale dello Stato. I forti venti hanno ribaltato decine di auto che hanno travolto e distrutto diverse case lungo la strada «Interstate 75». «Sembrava che un treno merci stesse passando ad alta velocità o che fosse esplosa una bomba», ha detto una residente.

Ad Adairsville è morta una persona, travolta dalla tempesta mentre si trovava nella sua casa, e altre nove sono rimaste ferite e trasportate in ospedale. Per la notte nella città è stato allestito un centro di emergenza per dar riparo a coloro che hanno perso la casa. L'altra persona, un uomo di 47 anni, è morta nel Tennessee, dopo che un albero sradicato è caduto su un capannone di stoccaggio, dove si era rifugiato. Intanto la perturbazione si sta spostando verso Nord, ma ha perso quasi tutta la sua potenza.

Bambino di 7 anni in manette a New York per lite a scuola - La famiglia di un bambino di 7 anni di New York ha denunciato la polizia e le autorità comunali, accusando gli agenti di aver ammanettato e interrogato il minore per 10 ore dopo una lite a scuola.

Stando a quanto riportato dai media Usa, il minore si sarebbe azzuffato con un compagno lo scorso dicembre in una scuola del Bronx, dopo essere stato accusato di aver rubato 5 dollari. Gli agenti sono intervenuti dopo una chiamata per aggressione e rapina e hanno arrestato il bambino, tenendolo per quattro ore nella scuola e per altre sei nel Dipartimento. «Immaginate come mi sia sentita a vedere mio figlio in manette - ha detto la madre del bambino, Frances Mendez, al New York Post - è stato orribile. Non potevo credere a quello che stavo vedendo».

«Se il minore e la madre vivessero sulla 64esima e il bambino frequentasse una scuola privata da 35.000 dollari l'anno, pensate che sarebbe stato arrestato, ammenettato a un muro e che alla madre e all'avvocato sarebbe stato negato l'accesso per 10 ore?», ha denunciato il legale, Jack Yankowitz.

Da parte sua, la polizia si difende affermando di essersi comportato in modo «appropriato», precisando che sarebbe stato detenuto poco più di quattro ore.