20 novembre 2019
Aggiornato 18:00
Venezuela

Chavez, nuove complicazioni di salute

Dopo la quarta operazione subita lo scorso 11 dicembre all'Avana per un tumore alla zona pelvica. Lo ha detto ieri il vice-presidente Nicolas Maduro

CARACAS - Il presidente venezuelano Hugo Chavez soffre di «nuove complicazioni» dopo la quarta operazione subita lo scorso 11 dicembre all'Avana per un tumore alla zona pelvica. Lo ha detto ieri il vice-presidente Nicolas Maduro.
«Siamo stati informati di nuove complicazioni provocate da una infezione alle vie respiratorie», ha detto Maduro parlando a una emittente radio-televisiva dall'Avana, dove ha detto che resterà nelle prossime ore per seguire da vicino l'evoluzione dello stato di salute del presidente. «Lo stato di salute del presidente Chavez continua a essere delicato», ha aggiunto Maduro, precisando che queste complicazioni «giungono in un processo non esente da rischi».

Intervenendo in televisione, Maduro è comparso seduto al fianco della figlia più grande di Chavez, Rosa, del genero, Jorge Arranza, e del procuratore generale venezuelano Cilia Flores, e sotto a un dipinto dell'eroe dell'indipendenza Simon Bolivar. Durante il discorso ha fatto vedere una copia del giornale di ieri, per dimostrare il momento in cui è stato registrato il messaggio. «Grazie alla sua forza fisica e psicologica - ha continuato - il comandante Chavez sta affrontando questa difficile situazione». Il vice presidente ha poi detto che Chavez invia gli auguri di buon anno a tutta la patria e un «caldo abbraccio a tutti i ragazzi e le ragazze del Venezuela». Maduro ha quindi espresso fiducia nel fatto che «l'immensa volontà di vivere» del presidente e «le cure dei migliori medici specialisti aiuteranno il presidente a combattere con successo questa nuova battaglia». E poi la conclusione: «Lunga vita a Chavez!». Il vice presidente ha spiegato di aver incontrato varie volte il team medico che sta seguendo il capo di Stato, così come i suoi parenti, e ha fatto sapere che rimarrà all'Avana per «le prossime ore», ma non ha specificato per quanto tempo.