20 ottobre 2019
Aggiornato 08:30
La decisione del regime iraniano

Iran, espulsa dal Paese l'attrice che aveva posato nuda

Golshifteh Farahani dichiarata persona non grata da Teheran. L'attrice iraniana è «colpevole» di aver posato nuda per «Le Figaro» per protestare contro gli abusi sulle donne

TEHERAN - Golshifteh Farahani, attrice iraniana «colpevole» di aver posato nuda per Le Figaro per protestare contro gli abusi sulle donne, è stata dichiarata persona non grata dalle autorità di Teheran e non potrà fare ritorno nel Paese.
Come riporta il quotidiano britannico The Daily Telegraph, Farahani, che risiede attualmente a Parigi, aveva lasciato l'Iran l'anno scorso per protestare contro le restrizioni imposte dalla sharia e che l'industria cinematografica iraniana è costretta a rispettare. Il bando coincide con la vittoria ai Golden Globe dell'iraniano «A separation» come miglior film straniero, ma anche con la sospensione dello scioglimento d'autorità della «Casa del Cinema», principale sindacato iraniano del settore cinematografico.
Il sindacato viene considerato dalle autorità eccessivamente critico nei confronti del potere: negli ultimi anni diversi registi sono stati arrestati per aver preso le difese dell'opposizione e la stessa organizzazione aveva difeso i documentaristi arrestati per aver collaborato con la BBC.