21 luglio 2024
Aggiornato 11:30
Sondaggio voto ottobre

La destra Udc resta il primo partito della Svizzera

Il partito di Blocher accreditato del 27,4% dei consensi. In crescita sono solo due formazioni politiche, i Verdi liberali (+3,2%) e il Partito borghese democratico (+2,9%)

BERNA - Alle prossime elezioni federali del 23 ottobre per il rinnovo del parlamento elvetico, gli equilibri politici resteranno in linea di massima gli stessi, secondo il sondaggio diffuso oggi dall'agenzia Ats: la maggiore forza politica resta l'Unione democratica di centro (Udc), partito dell'estrema destra xenofoba, con il 27,4% dei consensi. E' seguita da Partito socialista (18,5%), poi da quello Partito liberale radicale (16,1%), dal Partito popolare democratico (15.0%), dai Verdi (10,1%), Verdi liberali (4,6%), Partito borghese democratico (2,9%).

In crescita sono solo due formazioni politiche, i Verdi liberali (+3,2%) e il Partito borghese democratico (+2,9%). Leggerissima crescita per PPD (+0,5%) e Verdi (+0,5%). In calo, rispetto al 2007, UDC (-1,5%), PLR (-1,6%) e PS (-1%).

E' quanto emerge dal quinto barometro elettorale della SSR, realizzato dall'istituto gfs.bern e compiuto tra il 25 luglio e il 6 agosto su un campione di 2005 cittadini di ogni regione del Paese; il margine di errore è valutato a +/- 2,2%.