20 ottobre 2021
Aggiornato 16:00
Egitto

Scontri con i Cristiani, 45 agenti feriti al Cairo

I disordini sono scoppiati a margine di una manifestazione di diverse centinaia di persone davanti alla Cattedrale di San Marco

IL CAIRO - E' di almeno 45 poliziotti feriti, il bilancio degli scontri avvenuti ieri al Cairo fra cristiani copti e le forze dell'ordine a seguito dell'attentato che il giorno prima aveva provocato 22 morti davanti ad una chiesa di Alessandria. Lo si è appreso dalla polizia. I disordini sono scoppiati a margine di una manifestazione di diverse centinaia di persone davanti alla Cattedrale di San marco, sede del patriarca copto ortodosso Shenouda III.
I manifestanti hanno aggredito degli ufficiali venuti a presentare le condoglianze dopo l'attentato davanti alla Chiesa dei Santi nella seconda città del Paese durante la notte di capodanno. Dei manifestanti hanno lanciato pietre anche contro Mohamed Osmane, Segretario di Stato allo sviluppo economico, dopo il suo incontro con Shenouda III.

Sempre nella giornata di ieri, diverse decine di manifestanti avevano tentato di circondare il grande imam di Al-Azhar, Ahmad al Tayeb, uno dei principali responsabili religiosi del Paese.
In un quartiere copto della capitale, decine di manifestanti avevano lanciato oggetti sui poliziotti. Secondo la polizia, un migliaio di copti hanno manifestato anche ieri davanti al ministero degli Esteri e nella provincia di Assyout.