20 gennaio 2022
Aggiornato 18:00
Minatori morti

Premier Nuova Zelanda: la Nazione è in lutto

I minatori dispersi da venerdì scorso erano 29

WELLINGTON - «La nazione è in lutto», ha dichiarato il premier neozelandese John Key, dopo che una seconda esplosione ha fatto perdere ogni speranza di ritrovare ancora in vita qualcuno dei 29 minatori dispersi da cinque giorni in una miniera di carbone. «E' una tragedia nazionale», ha aggiunto il premier in una conferenza stampa.
E' stato il comandante della polizia, Gary Knowles, a riferire oggi di una seconda esplosione avvenuta nella miniera di di Pike River, sulla costa occidentale dell'isola del Sud della Nuova Zelanda. «Mi baso sui pareri degli esperti - ha detto il comandante - riteniamo che nessuno possa essere sopravvissuto e che siano tutti morti».
I dispersi, di età compresa tra i 17 e i 62 anni, erano 24 neozelandesi, due australiani, due britannici e un sudafricano. Dopo la prima esplosione di venerdì scorso, due minatori, leggermente feriti, erano riusciti a tornare in superficie.