17 febbraio 2020
Aggiornato 20:30
Cecenia

Attacco a parlamento, Kadyrov dirige blitz anti-ribelli

Il presidente dell'assemblea portato fuori, sta bene

ROMA - Il presidente ceceno Ramzan Kadyrov dirige "l'operazione speciale per l'eliminazione dei guerriglieri" che hanno attaccato oggi il parlamento di Grozny con un'azione kamikaze seguita da un attacco con armi da fuoco. Lo riferisce Ria Novosti, l'agenzia russa a cui una fonte dalla capitale cecena assicura che il presidente del parlamento Dukhuvakh Abdurakhmanov è stato portato fuori dall'edificio dopo l'attacco. Sul luogo dell'attentato è subito accorso Kadyrov, il giovane leader ceceno che dirige con pugno di ferro la piccola repubblica caucasica, forte di un accordo con il premier russo Vladimir Putin: libertà totale nella gestione della Cecenia e occhi chiusi su violenze e violazioni dei diritti, in cambio di rinuncia a qualsiasi rivendicazione indipendentista.

"Il presidente sta bene, tutto a posto", dice la fonte, che conferma tre morti: l'attentatore suicida, che si è fatto esplodere all'interno di un'automobile nel momento in cui si stava avvicinando una vettura con a bordo dei deputati ceceni, e due uomini della sicurezza. Altri due ribelli si sono lanciati subito dopo contro l'edificio ed è scoppiata una sparatoria.