23 gennaio 2020
Aggiornato 03:30
Ue

Oggi vertice Ue, oscurato da polemica su rom

Toni smorzati , ma resta procedura infrazione

Bruxelles, 16 set  - I capi di stato e di governo dell'Ue si ritrovano stamane alle 10 a Bruxelles per un vertice oscurato alla vigilia dalla polemica sulla politica della Francia nei confronti dei rom e dal braccio di ferro tra Parigi e la Commissione europea.

Il presidente francese Nicolas Sarkozy, scandalizzato dalle parole della commissaria europea per la Giustizia, Viviane Reding, ha annunciato di voler chiarire la questione con i suoi colleghi dei 27 Paesi Ue.

Ieri sera Reding aveva smorzato i toni ed espresso le sue "scuse" per aver osato un parallelo tra le espulsioni dei rom e la Seconda Guerra mondiale. Ma resta l'apertura di un procedimento di infrazione contro Parigi per la politica di rimpatri volontari dei rom bulgari e romeni.

La questione dei rom rischia di oscurare i numerosi altri dossier nell'agenda del vertice Ue, in primis quello economico e della crisi del debito. I 27 non concordano sulle misure da adottare e sull'introduzione di nuove sanzioni contro i Paesi troppo lassisti, come rischiesto dalla Germania.

Fra gli altri temi sul tavolo dei lavori, gli aiuti al Pakistan, l'accordo di libero scambio con la Corea del Sud, le relazioni dell'Ue con i suoi partner cosiddetti strategici, in particolare quelli asiatici.

(con fonte afp)