30 marzo 2020
Aggiornato 12:34
Cile

Il presidente Pinera: i minatori a casa per Natale

I 33 lavoratori bloccati a 700 metri di profondità dal 5 agosto, i soccorsi lunghi e difficili

SANTIAGO DEL CILE - A casa per Natale. Il presidente cileno Sebastian Pinera ha ribadito che i 33 lavoratori bloccati dal 5 agosto in fondo alla miniera di San José, nel deserto di Atacama, saranno portati in salvo per la fine di dicembre, confermando che ci vorranno tre o quattro mesi per completare le difficili operazioni di recupero. «Non saranno probabilmente con noi per il Bicentenario (dell'indipendenza del Cile, che si celebra il 18 settembre), ma lo saranno per Natale e Capodanno» ha dichiarato a margine di una breve cerimonia religiosa tenuta al palazzo presidenziale di Santiago, dedicata ai minatori.

Ieri, il Cile intero aveva festeggiato, gridando al miracolo: i minatori erano riusciti a mettersi in contatto con l'esterno grazie a una sonda, che aveva portato in superficie un messaggio scritto a mano su un foglietto di carta, dove annunciavano di stare tutti bene. I lavoratori, che si trovano in un rifugio a circa 700 metri di profondità, potranno ricevere, grazie a un condotto, tutto ciò di cui avranno bisogno per sopravvivere. In attesa del Natale.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal