29 febbraio 2024
Aggiornato 10:30
Iraq

Sulaimaniyah, almeno 7 stranieri morti in incendio

In fiamme un albergo della località irachena: quattro vittime sono statunitensi

SULAIMANIYAH - E' di almeno 29 morti, tra cui almeno sette cittadini stranieri, il bilancio provvisorio delle vittime di un incendio scoppiato ieri sera in un albergo della località irachena di Sulaimaniyah: lo hanno reso noto fonti ospedaliere locali.

Oltre ai 29 morti - tra i quali vi sono quattro donne e quattro bambini - altre 22 persone sono state ricoverate in ospedale; fra le vittime straniere vi sono un filippino, un cambogiano e un cittadino del Bangladesh, ingegneri che lavoravano per la compagnia di telecomunicazioni AsiaCell; stando ad altre fonti sarebbero morti anche cittadini di Canada, Ecuador, Venezuela e Cina.

L'incendio è scoppiato alle 21.30 di ieri ora italiana nell'hotel Soma, uno dei principali di Sulaimaniyah, seconda città del Kurdistan iracheno: secondo le autorità locali la causa sarebbe un cortocircuito elettrico. I vigili del fuoco, subito intervenuti, hanno impiegato sette ore prima di domare le fiamme.