17 novembre 2019
Aggiornato 19:00
Stati Uniti

Corte Suprema, Obama sceglie Elena Kagan

Giurista newyorkese, ebrea, succede al giudice John Paul Stevens. Diane Wood era l'altra candidata più accreditata

WASHINGTON - Dopo la prima giudice latina, Barack Obama sceglie un'altra donna per la Corte Suprema Usa. Il presidente degli Stati Uniti ha nominato ieri Elena Kagan, 50enne ebrea, per sostituire il giudice John Paul Stevens, ritiratosi per motivi anagrafici. Nata a New York, stimata giurista, Kagan è la quarta donna mai approdata alla Corte Suprema americana dopo Sandra Day O'Connor, Ruth Bader Ginsburg e, appunto, Sonia Sotomayor.

«SPIRITO LIBERO» - Secondo quanto si è appreso, Elena Kagan avrebbe avuto la meglio sulla collega della Corte federale di Chicago, Diane Wood, 59 anni, considerata l'altra candidata più accreditata. Per le sue posizioni moderate, nei giorni scorsi, le voci su una sua possibile nomina avevano sollevato le critiche dell'ala di sinistra dei democratici e dei repubblicani più oltranzisti.
Obama aveva promesso che il suo candidato sarebbe stato «uno spirito libero», avrebbe presentato alte garanzie «di eccellenza e di integrità», una «devozione selvaggia per il rispetto della legge e una conoscenza acuta del modo in cui le norme giuridiche influiscono sulla vita quotidiana degli americani».