7 giugno 2020
Aggiornato 01:00
Operazione della CIA in Pakistan

Catturato il mullah Baradar

E' il comandante militare dei talebani, il numero due dopo il Mullah Omar

ISLAMABAD - Il comandante militare in capo dei talebani, il mullah Abdul Ghani Baradar, è stato catturato in Pakistan, nel corso di un raid condotto segretamente a Karachi da forze da forze americane e pachistane alcuni giorni fa. Lo scrive oggi il New York Times.

«Un'operazione di grande successo», ha commentato un alto funzionario americano alla rete televisiva ABC News, aggiungendo che il Mullah Baradar sta collaborando. L'obiettivo degli Usa è riuscire ad ottenere informazioni per localizzare il leader dei talebani, il Mullah Muhammad Omar.

Citando fonti governative americane, il New York Times scrive che il mullah Baradar è la figura di maggiore spicco mai catturata dal 2001, inizio della guerra in Afghanistan. Nato nel 1968, è il responsabile di tutte le operazioni militari talebane e delle questioni finanziarie e, quando i talebani erano al potere in Afghanistan, ricopriva l'incarico di vice-ministro della difesa.

Sempre secondo il New York Times, il raid di Karachi è stato condotto dall'Isi (l'Agenzia pachistana dei servizi segreti - Inter-Services Intelligence) e da agenti della Cia. Non si conoscono altri dettagli. Il Nyt scrive di essere venuto a conoscenza del raid giovedì scorso ma di non averne scritto su esplicita richiesta della Casa Bianca

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal