7 dicembre 2019
Aggiornato 07:00
Giallo in Colombia

In corso le ricerche in mare del cuoco italiano scomparso

Perse le tracce di Angelo Faliva da giovedì. Famiglia: «Omicidio?» Il padre: «L'Fbi vuole sentire il suo collega»

ROMA - Le autorità marittime colombiane sono impegnate nelle operazioni di ricerca di Angelo Faliva, il cuoco italiano imbarcato sulla nave da crociera Coral Princess, a bordo della quale lavorava come chef, e del quale si sono perso le tracce da giovedì scorso. Secondo il portavoce della Princess Cruises, Julie Benson, Faliva, 31 anni, è stato visto per l'ultima volta intorno alle 8.30 del 26 novembre sul ponte della nave, diretta a Cartagena, in Colombia, mentre parlava con un altro membro dell'equipaggio.

LA FAMIGLIA: «NON PUÒ ESSERE SUICIDIO» - Stando alla ricostruzione della famiglia Faliva, il cuoco è stato visto per l'ultima volta, la sera prima verso le 20.15, uscire dalla cucina, durante la preparazione della cena, senza fare più ritorno. La sorella di Angelo, Chiara, ha detto all'Associated Press che la famiglia è stata avvertita della scomparsa solo giovedì e che sulla nave manca un giubbotto di salvataggio. «Sicuramente non si è gettato in mare, non può essere un suicidio», ha detto Chiara Faliva. «Pensiamo che si tratti di un incidente o di un omicidio», ha aggiunto.