24 giugno 2024
Aggiornato 09:00
Secondo quanto riporta l'agenzia di stampa Interfax

Ancora 62 dispersi per incidente centrale idroelettrica in Russia

Il numero dei morti accertati resta di 12. Le squadre di soccorso continuano il lavoro per rimuovere le macerie

MOSCA - Sono ancora 62 le persone di cui si sono perse le tracce dopo l'incidente presso la centrale idroelettica russa di Sayano-Shushenskaya, in Siberia. L'ha reso noto oggi, secondo quanto riporta l'agenzia di stampa Interfax, il ministro delle Situazioni d'emergenza di Mosca Sergei Shoigu.

Resta immutato il numero delle vittime accertate del disastro: 12 persone. «Abbiamo informazioni dai parenti per le quali i dispersi sono 62», ha detto Shoigu parlando dalla centrale, che è la più grande di questo tipo in Russia. Il numero degli scomparsi è calato anche perché uno di quelli ritenuti dispersi s'è fatto ieri vivo dopo aver trascorso giorni a pesca.

Le squadre di soccorso continuano il lavoro per rimuovere le macerie sul luogo dell'incidente e per cercare i dispersi, anche se già ieri le autorità hanno detto di ritenere assai improbabile di trovarne ancora qualcuno in vita. Restano ancora non del tutto chiarite le cause della sciagura.