20 novembre 2019
Aggiornato 16:00
Golpe Honduras

Presidente Zelaya invita il popolo all'insurrezione

Sabato nuovo summit con golpisti in Costa Rica

Il presidente dell'Honduras deposto dai militari golpisti, rappresentati da Roberto Micheletti, e costretto all'esilio, Manuel Zelaya, si è rivolto al popolo honduregno sostenendo che «ha il diritto all'insurrezione».

Zelaya lo ha detto in una conferenza stampa tenuta in Guatemala insieme al presidente Alvaro Colom. Ha anche affermato che «nessuno ha il diritto di usurpare il governo» e che «l'insurrezione è un processo legittimo».

«Voglio dire al popolo - ha aggiunto - di non lasciare le strade, l'unico spazio che non ci abbiano rubato... Invito allo sciopero, alle manifestazione, alla disobbedienza civile, a tutte quelle mosse che rappresentano un processo necessario quando l'ordine democratico viene violato in un paese».

Lunedì Zelaya aveva lanciato un «Ultimatum» al governo golpista di Roberto Micheletti intimandogli di restituire il potere prima del prossimo vertice tra i due, previsto per sabato prossimo in Costa Rica. Infine, ha ribadito l'intenzione di «rientrare nel paese nel più breve tempo possibile».