27 maggio 2024
Aggiornato 06:00

Guantanamo: Stati Uniti chiedono a Spagna accogliere 4 detenuti

Lo conferma il ministro degli Esteri Moratinos

MADRID - Gli Stati Uniti hanno chiesto ufficialmente alla Spagna di accogliere quattro detenuti del carcere di Guantanamo nel corso di una riunione che si è tenuta oggi a Madrid. Lo ha annunciato il capo della diplomazia spagnola, Miguel Angel Moratinos.

Le autorità americane «hanno presentato oggi nel corso di una prima riunione quattro casi» di prigionieri di Guantanamo che potrebbero essere trasferiti in Spagna, ha spiegato Moratinos in una conferenza stampa. «Esamineremo caso per caso» i loro dossier e risponderemo «in uno spirito positivo», ha aggiunto Moratinos senza pronunciarsi sulla risposta finale di Madrid.

Da parte sua, il capo del governo socialista spagnolo, Jose Luis Rodriguez Zapatero, ha detto, in una intervista all'emittente televisiva privata Cuatro, che Madrid sarebbe disposta ad accogliere «un numero ridotto» di prigionieri.

Moratinos non ha fornito l'identità o la nazionalità di questi detenuti. Secondo il quotidiano spagnolo El Pais, che oggi anticipava la notizia della riunione, si tratterebbe di prigionieri di nazionalità siriana e tunisina che hanno chiesto il trasferimento in Spagna.

Alla riunione cui hanno fatto riferimento El Pais e Moratinos, hanno partecipato l'inviato speciale americano Daniel Fried e rappresentanti dei ministeri spagnoli degli Esteri, dell'Interno e della Giustizia.

«Il governo spagnolo ha detto al governo americano che è disposto a contribuire alla chiusura di Guantanamo nei limiti del possibile», ha riferito, al termine dell'incontro, il ministero degli Esteri di Madrid che non ha però confermato una notizia, sempre di El Pais, secondo la quale la Spagna sarebbe disposta ad ospitare fra tre e cinque detenuti di Guantanamo.

Per quel che si sa al momento la lista dei detenuti «trasferibili» in Spagna è stata redatta dall'inviato speciale Fried tenendo conto delle preferenze espresse dagli stessi ex prigionieri. Unica condizione posta da Madrid, riferiva ancora oggi El Pais, è che gli eventuali prescelti non abbiano precedenti penali in Spagna.

L'Unione europea lunedì ha approvato una dichiarazione congiunta con Washington precisando le condizioni di trasferimento degli ex detenuti di Guantanamo in Europa e l'Italia ha accettato di accogliere tre prigionieri. La settimana scorsa, il presidente americano Barack Obama aveva accelerato il processo di trasferimento dei detenuti dal carcere cubano, con la partenza di nove di loro per il Ciad, l'Iraq e le Bermuda. Obama, che intende chiudere il carcere entro il gennaio 2010, punta a convincere altri Paesi ad accogliere la cinquantina di detenuti liberabili di Guantanamo.

Dal 2002, più di 540 prigionieri sono stati trasferiti da Guantanamo in almeno 30 Paesi. Ma il centro detentivo aperto nel 2002 e divenuto il simbolo degli eccessi della «guerra contro il terrorismo» lanciata da George W. Bush dopo gli attentati dell'11 settembre, conta ancora circa 230 prigionieri.