21 giugno 2024
Aggiornato 10:30

G20, Scotland Yard avverte: in programma proteste su vasta scala

Tornano in scena gruppi attivi negli '90

LONDRA - Scotland Yard ha messo in guardia oggi da possibili proteste su vasta scala da parte di manifestanti in vista del vertice G20 di Londra del 2 aprile. Mentre i leader dei venti paesi industrializzati confluiranno nella City, un nutrito gruppo di manifestanti, tra ambientalisti e anarchici - scrive la Bbc - scenderà in piazza in quella che la Metropolitan Police descrive come una protesta di massa senza precedenti.

NUOVE ALLEANZE - Secondo il responsabile delle operazioni della polizia, Bob Broadhurst, alcuni gruppi attivi sul finire degli anni '90 (come Reclaim the Streets e Wombles) stanno riemergendo e dando vita a nuove alleanze. Alle operazioni di vigilanza - che costeranno all'incirca 7,2 milioni di sterline (poco più di 7,6 milioni di euro)- parteciperanno agenti provenienti da sei reparti diversi.

RISCHIO ANARCHICI - Broadhurst ha spiegato che le forze di polizia tenteranno di «facilitare le manifestazioni legali» previste nei pressi del centro ExCel dei Docklands, dove si svolgerà il G20, ma di non sapere quali siano i programmi degli anarchici che «certamente non vengono a discuterne con noi», ha detto.