15 settembre 2019
Aggiornato 20:30
Seminario

Certificazione energetica, l'impegno dell'Anammi

L'Associazione Nazional-europea degli AMMinistratori d'Immobili organizza un seminario per i soci a conferma del suo impegno a favore della riduzione dei costi e del rispetto dell'ambiente

MILANO - Come ridurre i consumi di energia in condominio? In quali casi è obbligatorio presentare l'attestato di certificazione energetica? Cos'è una «casa passiva»? Sono soltanto alcune delle questioni che l'ANAMMI intende affrontare nel seminario «La certificazione energetica», organizzato a Milano mercoledì 2 marzo, in collaborazione con l'Istituto scientifico Intervision, presso la Sala Contessa Jolanda dell'Ata Hotel (V. G. Murat, 21) a partire dalle ore 15.30.

Destinato ai soci a titolo gratuito, l'incontro intende fornire agli amministratori condominiali le conoscenze generali per orientarsi nel mercato del risparmio energetico e della certificazione, valorizzando il ruolo di gestore che il professionista del condominio si trova a ricoprire rispetto ai suoi amministrati.

In particolare, il seminario approfondirà la normativa nazionale, soffermandosi sul caso della Lombardia, all'avanguardia in materia di certificazione energetica tanto da aver sviluppato un suo protocollo (CENED) e un organismo indipendente per l'accreditamento degli operatori, il CESTEC. Inoltre, saranno discussi parecchi casi pratici per comprendere quando è davvero necessario certificare le prestazione energetiche di un immobile.

L'iniziativa si inquadra nell'impegno dell'ANAMMI a favore del risparmio energetico e dell'ambiente. In questa ottica, si iscrive anche il recente accordo con EON, il grande gruppo specializzato in energia verde, che ha garantito agli associati la fornitura di elettricità a impatto zero.