17 giugno 2024
Aggiornato 09:30

Riconversione zuccherifici Emilia Romagna

BOLOGNA - Dopo gli incontri sui progetti di riconversione del comparto saccarifero in Emilia Romagna questa, in sintesi, la situazione:

RUSSI: il progetto è al VIA e nelle prossime settimane si procederà alle verifiche tecniche ed alla definizione dei tempi per la realizzazione della nuova realtà industriale.
FORLIMPOPOLI: Resta confermata la riconversione del sito, mentre procede l'implementazione della Butos Horeca. Nei prossimi giorni, con la convocazione all'ufficio provinciale del lavoro, è attesa la chiusura della vertenza sulla corretta applicazione dell'accordo sulla cessione di ramo d'azienda.
SAN PIETRO IN CASALE: è confermato l'accordo di riconversione, compreso il mantenimento dello stoccaggio dello zucchero. E' in atto una verifica, per superare alcune difficoltà tecniche, in modo da rendere operativa la cantierabilità.
PONTELAGOSCURO: con il prossimo mese di luglio dovrebbe essere operativo lo stabilimento di trasformazione del pomodoro ad Argenta. L'azienda è impegnata nell'attività di contrattazione per acquisire la materia prima e nella predisposizione del terreno per la nuova struttura industriale.
BONDENO: Finbieticola ha confermato l'accordo con Italia Zuccheri ed ha avviato le procedure per le necessarie autorizzazioni a cantierare la nuova attività produttiva.
FINALE EMILIA: il progetto è stato confermato e, mentre prosegue l'iter per le autorizzazioni, nelle prossime settimane verranno perfezionati gli accordi per l'approvvigionamento della materia prima.

In tutte le realtà – tranne a Pontelagoscuro, dove l'attività inizierà la prossima estate- la costruzione dei nuovi stabilimenti dovrebbe iniziare entro il mese di gennaio 2010. Pertanto, a conclusione degli incontri ministeriali, le organizzazioni sindacali del comparto avvieranno uno stringente confronto col Ministero del Lavoro per valutare la tipologia degli ammortizzatori da utilizzare per ogni singolo sito.