20 settembre 2019
Aggiornato 09:04
Fattorie didattiche

Grande successo per la ‘domenica in fattoria’

Qualunque sia stata la scelta di bambini e genitori, è certo che ieri – nelle fattorie didattiche – si è vissuta una giornata davvero speciale

In cucina a Malagnino, impegnati nel laboratorio ‘Mamma oggi cucino io’ (una delle numerose proposte di Cà de’ Alemanni), oppure intorno all’alveare didattico, alla scoperta del mondo delle api a Pescarolo (presso l’azienda Apiflor). Fra i pony di Isola Gerre di Pizzighettone, oppure tra i coniglietti della fattoria Fulzen Locanda San Martino di Grumello Cremonese. Sull’aia, giocando fra il grano, alla cascina Sant’Alessandro di Soncino, oppure nello strepitoso ‘labirinto di fieno’ preparato dal Campagnino di Pessina Cremonese.

Qualunque sia stata la scelta di bambini e genitori, è certo che ieri – nelle fattorie didattiche – si è vissuta una giornata davvero speciale. Prendendo parte alla domenica «a porte aperte» le fattorie didattiche della Coldiretti hanno messo in campo una ricchissima serie di proposte istruttive e divertenti. Ciascuna meta aveva le proprie peculiarità. Così, tanti piccoli visitatori hanno fatto sosta a Soncino, approfondendo la conoscenza dell’allevamento del baco da seta, mentre molti altri hanno optato per Pescarolo, dedicandosi a vari laboratori (riguardanti miele, erbe officinali, biscotti), un’autentica folla si è diretta a Malagnino (accolta dagli animali della fattoria, ma anche da artigiani e contadini dediti agli antichi mestieri, dai giocolieri e dal mastro casaro che ha mostrato come si fila il provolone), o ancora a Pessina (dove i bambini hanno giocato sull’aia, si sono improvvisati pizzaioli, hanno applaudito gli arcieri e il palio di Isola Dovarese, hanno incontrato i cavalli e tutti gli altri animali della fattoria) o a Grumello Cremonese (dove, fra le varie attività, i bambini hanno raccolto le uova e visitato l’orto, ottenendo ingredienti che più tardi, con l’aiuto del cuoco, sono diventati ottimi piatti a km zero) e Pizzighettone (un’autentica oasi verde, dove diventare protagonisti di un’avvincente scuola a misura di piccoli cavalieri).

In ogni ‘piazza’ c’è stato, inoltre, l’incontro con i prodotti tipici, offerti dagli spacci aziendali o dagli stand allestiti dalle aziende agricole protagoniste di tanti ‘mercati degli agricoltori’.
«E’ stata una domenica di grande festa, di incontro fra l’agricoltura e le famiglie del territorio. Le nostre aziende sono state meta di numerosissimi visitatori, di tutte le età, cogliendo questa ulteriore occasione per mostrare quanto impegno, quanta professionalità e quanta attenzione alla qualità e salubrità dei prodotti vi siano dietro il lavoro delle imprese agricole» sottolinea Assuero Zampini, direttore di Coldiretti Cremona, che ha trascorso la domenica incontrando i tanti protagonisti di questa specialissima giornata. «Fa piacere osservare che, in tutte le nostre fattorie didattiche, le donne sono in prima linea, portando creatività, energia, spirito imprenditoriale – prosegue Zampini –. Le imprenditrici di Donne Impresa hanno confermato, anche in questa occasione, di rappresentare la punta avanzata dell’agricoltura cremonese, attenta alla qualità dei prodotti, all’incontro con il cittadino, alla tutela dell’ambiente, alla trasparenza dell’informazione».