7 dicembre 2022
Aggiornato 14:00
Economia

Vercelli, delegazione cinese in città. Obiettivo sinergie e sviluppo

Rappresentanti dell’Ufficio per gli Affari Esteri di Pengzhou in visita per conoscere le eccellenze del territorio

VERCELLI - E’ composta dal presidente e da quattro alti dirigenti la delegazione cinese dell’Ufficio per gli Affari Esteri di Pengzhou, una delle città che il sindaco Maura Forte ha visitato nella sua recente missione in Cina, che giungerà a Vercelli domenica pomeriggio. Provenienti da Milano, gli ospiti saranno accolti dall’amministrazione comunale che li metterà in contatto con alcune delle realtà più significative del mondo agricolturale, industriale, commerciale, della cultura e del turismo vercellese. Si fermeranno sino a lunedì sera ed è stato approntato per loro un programma denso di appuntamenti. Si comincerà domenica pomeriggio quando incontreranno realtà artistiche e culturali per proseguire con una realtà artigianale e l’Accademia Shen Qi Kwoon Tai. Seguirà una visita al Museo Borgogna – dove si esibiranno il soprano Serena Rubini, il pianista Massimo Viazzo e i musicisti di Coperfisa - e uno spettacolo al Teatro Civico. La mattinata di lunedì sarà dedicata alla visita ad un’azienda metalmeccanica e ad una riseria per continuare nella parte mediana della provincia con una degustazione in una Casa Vinicola di Gattinara.

La parola al sindaco

«L’intento – spiega il sindaco Maura Forte – è quello di costruire relazioni tra le realtà decisionali di Pengzhou e della provincia del Sichuan della Cina che ambisce a stringere rapporti commerciali e di investimento con Vercelli e i nostri imprenditori e artisti. Il ruolo dell’amministrazione è quello di imbastire e facilitare tali contatti e saranno poi le associazioni di categoria e i diretti interessati a proseguire i rapporti che, auspico, si consolideranno al più presto dando risultati concreti alla città e al territorio. Non sarà che la prima di una serie di occasioni e di volta in volta verranno coinvolte tutte le realtà che i delegati cinesi considereranno interessanti. In ciò potremo contare sul validissimo appoggio del console generale d’Italia a Chongqing, Sergio Maffettoni, che vede in Vercelli la possibile capofila del Piemonte per una serie di rapporti significativi con la Cina».