Paziente ustionato al Sant'Andrea

Sotto ossigeno ha acceso una sigaretta innescando un incendio. A salvare la vita al 69enne sono stati un'infermiera e i medici di turno

L'elicottero 118
L'elicottero 118 (ANSA)

VERCELLI - Dramma sfiorato ieri, giovedì 18 gennaio, nel reparto di pneumologia dell'ospedale Sant'Andrea di Vercelli, dove un uomo è rimasto gravemente ustionato. Il paziente, 69 anni, proveniente pare da una casa di cura del circondario, era sottoposto ad ossigenoterapia quando si è acceso una sigaretta. Immediato lo scoppio e la fiammata, che solo per un caso non ha coinvolto gli altri due degenti ricoverati nella stessa stanza. A salvare la vita al 69enne sono stati un'infermiera e i medici di turno, che sono accorsi con un estintore. Ricoverato inizialmente in rianimazione, l'uomo, vista la gravità delle condizioni, è stato in seguito trasferito al Cto di Torino in elicottero.