Renzi a Trino lungo la «VenTo»

L'ex Premier e leader del Partito Democratico prima a Casale, dove ha incontrato i parenti di vittime dell'amianto

Il segretario Pd Matteo Renzi durante la visita all'Eternit a Casale
Il segretario Pd Matteo Renzi durante la visita all'Eternit a Casale (ANSA)

TRINO -  Il lungo viaggio a bordo del treno «Destinazione Italia» ha portato oggi il segretario del Partito Democratico Matteo Renzi nel Vercellese. L’ex premier era prima a Casale Monferrato, dove ha incontrato i rappresentanti dell’Associazione familiari vittime dell’amianto e alcuni parenti delle persone decedute.
L'ex premier è poi arrivato a Trino, dove è avvenuto un retroscena divertente; Renzi infatti ha deciso di percorrere a bordo di una bicicletta un tratto dei 679 chilometri della ciclovia «VenTo», la pista ciclabile più lunga d’Italia. Al suo fianco, oltre allo staff e un gruppo di ciclisti locali, era presente anche la sottosegretaria Maria Elena Boschi.

SODDISFATTO IL SINDACO PORTINARO - Il numero uno del Partito democratico ha poi tenuto un incontro finale, con i giornalisti e con i trinesi. Molto orgoglioso anche il sindaco Alessandro Portinaro: «Fa molto piacere che Renzi abbia deciso di passare da Trino, soprattutto per il sostegno al progetto della ciclovia VenTo». La pista ciclabile è un progetto turistico che permetterà di collegare Torino con Venezia: preso in carico dal dipartimento di architettura del Politecnico di Milano, l’intera pista ha un tracciato di circa 680 chilometri lungo il Po.