Venezia | Cronaca

La vicenda del 118 di Padova, il giovane del Mali avrebbe frainteso

Il giovane si sarebbe sentito dire 'ambulanze in vacanza', ma è chiaro che non è possibile fosse davvero così. Ecco cosa è accaduto

Ambulanza del Suem 118
Ambulanza del Suem 118 (ANSA)

VENEZIA - Il Suem 118 di Padova non esclude che il giovane del Mali, che ha denunciato di essersi sentito rispondere che le ambulanze erano in vacanza, «non abbia ben compreso, e quindi frainteso, quanto detto dall'infermiere» con cui ha parlato. Infermiere che, invece, ha avuto un «comportamento corretto» durante la richiesta di intervento. Il direttore del Suem, Andrea Spagna, fa sapere che, «dalle verifiche fino a ora effettuate, anche mediante riascolto delle telefonate», «non si ravvisano comportamenti scorretti da parte dell'infermiere, che anzi è stato molto paziente, nonostante la difficoltà di comprensione di quanto comunicato dall'utente». «Come è noto tutte le conversazioni radio e telefoniche transitanti per la Centrale Operativa del SUEM 118 di Padova sono registrate - conclude Spagna - e dal riascolto di queste non risulta che sia stato affermato che le «ambulanze sono in vacanza», né che l'atteggiamento degli operatori sia stato offensivo o «canzonatorio».