Venezia | Cronaca

Stranieri rapinano una donna sordomuta

Le avrebbero preso telefonino e borsetta, fermati poco dopo. La donna portata in ospedale ha ottenuto una prognosi di 8 giorni

La polizia intervenuta per la rapina
La polizia intervenuta per la rapina (ANSA)

VENEZIA - Tre cittadini nigeriani di 19, 22 e 25 anni sono stati sottoposti a fermo per rapina aggravata, compiuta nel sottopasso pedonale della stazione di Mestre, ai danni di una donna sordomuta di 43 anni. I tre sono stati individuati grazie a indagini lampo della polizia ferroviaria e delle volanti della Questura, che nel giro di un paio d'ore hanno permesso di chiudere il cerchio.

L'aggressione ha visto i tre strattonare la donna, sottrarle il telefonino particolare per lei indispensabile per comunicare e quindi dopo una serie di strattoni le hanno sottratto anche la borsetta. Impossibilitata a chiedere aiuto la vittima è andata a casa e aiutata dai familiari ha sporto denuncia. Grazie alle telecamere di sorveglianza gli agenti hanno potuto individuare i rapinatori che sono stati bloccati poco dopo nella zona dove avevano colpito. La vittima è stata accompagnata al pronto soccorso dell'ospedale dell'Angelo di Mestre per le contusioni ed è stata poi dimessa con una prognosi di 8 giorni.