23 gennaio 2019
Aggiornato 23:00
Ultim'ora | Vaccini

Vaccini, Siani (Pd): no a sterile battaglia politica

Roma, 9 ago. - "Giù le mani dalle vaccinazioni. Proviamo ad abbassare i toni e a ragionare senza pregiudizi. Proviamo a fare chiarezza, senza polemica e con spirito costruttivo, facendo ragionamenti tecnici e non ideologici". Lo scrive su Facebook Paolo Siani, deputato del Partito democratico.

"L`Italia - aggiunge - aveva calendari vaccinali diversi per ogni Regione e una copertura vaccinale insufficiente per tutte le vaccinazioni. Perché un vaccino sia efficace è necessario vaccinare almeno il 95% della popolazione. Per questo motivo, circa un anno fa, viene emanata una norma che stabilisce l`obbligatorietà per 10 vaccinazioni, tutte uguali in tutto il Paese. Dopo un anno, c`è stato un recupero straordinario delle coperture vaccinali, ma non siamo ancora arrivati al 95%. Quindi il decreto-legge 7 giugno 2017 numero 73 è stata una buona norma".

"Togliere la certificazione della avvenuta vaccinazione per l`iscrizione al nido e alla scuola materna rappresenta un modo per eludere l`obbligo ed è un atto di grande irresponsabilità, privo di razionale etico e scientifico. L`autocertificazione in sanità poi non è consentita", osserva.

(Segue)