24 gennaio 2019
Aggiornato 00:00
Ultim'ora | Governo

## Conte compie anni e brinda con giornalisti: fate opposizione

"Non mi arrabbio quasi mai. Neanche con Salvini e Di Maio"

Roma, 8 ago. - Giuseppe Conte, che oggi festeggia i suoi 54 anni, non si è ancora abituato alla "attenzione mediatica" da premier e quindi per ora ha detto addio a concerti, cinema, cene fuori. E per "gestire" Salvini e Di Maio ha una ricetta semplice: "Non mi arrabbio mai". Questa mattina il presidente del Consiglio ha convocato a Palazzo Chigi i giornalisti per una conferenza stampa, seguita da un brindisi ("Pagato da lui, di tasca propria", tiene a precisare lo staff).

Il piccolo rinfresco ha offerto l'occasione per parlare anche del lato umano del premier, che ha scambiarto qualche battuta con i giornalisti. "Se non fate opposizione voi qua va tutto in malora", ha scherzato. E poi, rivolto a una cronista: "Lei fa domande molto cattive, beva un altro bicchiere di champagne".

Il nuovo ruolo ha portato uno "scombussolamento" nella sua vita, a cui ancora non si è abituato. Un po' la grande "attenzione mediatica", un po' i problemi di sicurezza, ha spiegato, lo hanno obbligato a cambiare abitudini. "Non vado ai concerti o al cinema, non vado neanche a comprare i libri: ora guardo il catalogo online e mando qualcuno a comprarli. Ancora non mi sono abituato, ieri sovrappensiero sono uscito per andare al bar e mi è arrivata addosso tutta la sicurezza...". Per lo stesso motivo, adesso il presidente del Consiglio vive a Palazzo Chigi. "La mia casa - ha raccontato - presenta grossi problemi, dà direttamente sulla strada e intorno ci sono strutture ricettive, non dà garanzie di sicurezza. Dovrei cambiarla, ma per adesso vivo a Palazzo Chigi, che mi aiuta anche a ottimizzare il riposo. Però non esco mai".

Il lavoro di presidente del Consiglio, "poter servire i cittadini", però, ha assicurato, non gli pesa, anche perchè "il clima è molto buono". E non si arrabbia mai? "Raramente. Talvolta mi irrito anch'io, ma senza mai perdere la lucidità. Se per esempio mi trovo a che fare con un funzionario pubblico che risponde male, non alzo la voce, chiedo cortesemente di avere una risposta. Non alzo quasi mai la voce". E con i colleghi di governo, Salvini e Di Maio, si è mai arrabbiato? "No, mai".

Anche sulle vacanze, il premier mantiene il più stretto riserbo. Ha glissato con i cronisti che gli chiedevano dove andrà, confermando soltanto che a ferragosto sarà a Volturara Appula, centro nella provincia di Foggia dove è nato l'8 agosto 1964 e che quel giorno gli conferirà la cittadinanza onoraria. Ma va al mare o in montagna? "Io sono nato in collina, non sono né carne né pesce...", si è limitato a rispondere. Comunque saranno vacanze "brevi", ha assicurato, prima di riprendere l'attività lavorativa, con alcuni impegni già fissati: sarà al Forum di Cernobbio e alla Fiera del Levante di Bari, mentre non andrà al Meeting di Cl a Rimini.