23 gennaio 2019
Aggiornato 23:30
Ultim'ora | Governo

Di Maio: governo ha 70% dei consensi, non fa sconti a nessuno

"Con Lega? Dibattito vivo su temi non nel contratto"

Roma, 8 ago. - "Il test a livello politico non é la manovra, il test io lo faccio nelle piazze. Anche se siamo al governo continuiamo ad incontrare i cittadini, spostandoci di città in città. L'accoglienza è commovente. Inoltre, stando ai sondaggi, segnalo che questo governo ha un consenso attorno al 70 per cento". Lo afferma il vice premier Luigi Di Maio in una intervista ad Avvenire.

"Questo è un governo che ha sottoscritto un contratto che garantisce i cittadini e le forze politiche che lo sostengono. Il dibattito è vivo ma è sempre corretto e riguarda temi che non sono nel contratto - sottolinea -. Abbiamo obiettivi prefissati e che vogliamo portare a termine. Il governo è solido e sta cambiando in meglio il Paese. E siamo solo all'inizio". Nemmeno Ilva, Tav e Tap incrinano i rapporti con l'alleato Salvini? "Nel contratto di governo è previsto di ridiscutere la Tav e il ministro Toninelli sta agendo in quest'ottica. Anche sulla Tap stiamo lavorando perché i cittadini devono essere ascoltati: il presidente del Consiglio Conte ha incontrato il sindaco di Melendugno, cosa che il suo predecessore non ha mai fatto - spiega -. Ma la questione più imminente è senz'altro l'Ilva di Taranto, che rappresenta l' esempio più lampante della totale inadeguatezza di chi ci ha preceduto: anni e anni di decreti, una gara piena di criticità come evidenziato dall'Anac, un contratto stipulato con una società senza aver prima firmato l' accordo sindacale, un disastro ambientale prolungato nel tempo, migliaia di lavoratori a rischio salute, un problema occupazionale mai gestito". "Ora, in tre mesi, mi si chiede di risolvere ogni aspetto. Ce la metteremo tutta, ma sia ben chiaro che questo governo non intende fare sconti a nessuno", conclude Di Maio.