13 dicembre 2018
Aggiornato 08:30
Ultim'ora | Giustizia

Tribunale Bari, Sisto (Fi): su sede si deve tornare indietro

"E' privata, piccola e con lavori di adeguamento lunghi"

Roma, 13 lug. - "La sede scelta dal ministro Bonafede per il Tribunale di Bari è privata, piccola e con lavori di adeguamento lunghi, al di là delle ombre gettate dalle indiscrezioni giornalistiche. Non capisco perché Bonafede non si sia preso poteri speciali per poter scegliere un' alternativa pubblica, anche in deroga al codice degli appalti". Lo ha dichiarato in un'intervista a La Gazzetta del Mezzogiorno il deputato di Forza Italia Francesco Paolo Sisto torna sul caso del Palagiustizia di Bari.

"L'edificio scelto - ha spiegato - costerà un milione 200mila euro l'anno per sei anni e frammenterà ulteriormente la giustizia penale. Tra le sedi private era più fruibile e più rapidamente il palazzo Telecom di Poggiofranco. Ma se si andasse, doverosamente, nel pubblico tra la nuova sede della Regione e la scuola della Guardia di Finanza si sceglierebbe quasi a costo zero. Si deve tornare indietro e velocemente". Per Sisto il decreto presentato dal ministro "è un rimedio peggiore del male, un guazzabuglio di patologie giuridiche".