Ultim'ora | Lavoro

Verducci (Pd): perché Di Maio tace su Whirlpool? Convochi tavolo

Vertenza stabilimento Comunanza è decisiva per tutte le Marche

Roma, 12 lug. - "È grave e preoccupante che il tavolo tra il Governo, la proprietà e i rappresentanti dei lavoratori previsto per lo scorso 6 luglio sia stato cancellato. Chiediamo al Ministro Di Maio di convocare immediatamente il tavolo. Serve una data! E serve una data entro luglio, altrimenti la situazione dello stabilimento Whirlpool di Comunanza potrebbe essere irrimediabilmente compromessa". Lo ha detto il senatore Francesco Verducci (Pd), primo firmatario dell'emendamento che ha assicurato il prolungamento degli ammortizzatori sociali ai lavoratori della Whirlpool di Comunanza, intervenendo oggi pomeriggio al sit-in con gli operai davanti ai cancelli dello stabilimento.

"Il silenzio e l'immobilismo del Governo - ha proseguito - sono preoccupanti. Serve agire! Il nuovo piano industriale proposto dalla società è innaccetabile: prevede oltre 130 esuberi e rischia di mettere lo stabilimento di Comunanza su un binario morto. Sarebbe un nuovo insostenibile cataclisma per un territorio ferito dal terremoto, che può ripartire solo creando e difendendo il lavoro. Perchè Di Maio tace? Il Ministro del lavoro e dello sviluppo economico non volti le spalle ad oltre 500 lavoratori, ad un indotto di tante aziende artigiane e ad un intero territorio. La vertenza per la Whirlpool di Comunanza è decisiva per l'intera regione Marche".