25 settembre 2018
Aggiornato 18:30
Ultim'ora | Lavoro

Lavoro, Moretto (Pd): da Di Maio vuoti e ambiguità su progetti

"Crescita rallenta, imprese attendono"

Roma, 12 lug. - "Mi sarei aspettata che il ministro oggi riempisse i buchi del contratto di governo, che è stato definito uno strumento di trasparenza, ma che sul fronte dello sviluppo economico presenta vuoti e ambiguità". Così Sara Moretto, capogruppo Pd in Trasporti Commissione alla Camera al termine dell'audizione del ministro dello Sviluppo economico e del Lavoro e delle Politiche sociali, Luigi Di Maio, sulle linee programmatiche dei suoi dicasteri.

"I dati economici - continua - dimostrano un rallentamento della crescita del Paese che richiede chiarezza, nei confronti di imprese e lavoratori. Per questo ho chiesto al ministro alcuni chiarimenti, in primis sulla politica industriale e l`annunciata Banca per gli investimenti: ritengo necessario rendere note quali misure del Piano Impresa 4.0 saranno confermate e quali eliminate, quali incentivi saranno mantenuti e quali no. Il Governo si trova inoltre a gestire due importanti crisi aziendali come Ilva e Alitalia. Per quanto riguarda la prima, da parte nostra non ci sarà nessun arretramento sul fronte della tutela ambientale, della salute e della legalità, ma attendiamo dal ministro ancora una posizione chiara a riguardo. Quanto ad Alitalia, ritengo ci si debba occupare prioritariamente dei lavoratori, guardando al domani e non al passato, e nel mentre verificare le responsabilità. Le imprese attendono. E attendiamo con ansia il Decreto dignità per capire la posizione del Governo sulle delocalizzazioni".

"Su molti dei temi affrontati oggi il Partito democratico ha già depositato proposte concrete che attendono di essere discusse", conclude.