26 settembre 2018
Aggiornato 14:00
Ultim'ora | Riforme

M5s: con programma Fraccaro valorizziamo Costituzione e cittadini

"Priorità evidenziata nel contratto di governo"

Roma, 12 lug. - "Concordiamo su tutta la linea con il Ministro Fraccaro: la Terza Repubblica sarà sicuramente la Repubblica dei cittadini". Commentano così gli esponenti del MoVimento 5 Stelle nelle commissioni Affari Costituzionali di Camera e Senato le parole pronunciate in seduta congiunta dal ministro per i Rapporti con il Parlamento e per la democrazia diretta.

"Avvicinare le decisioni politiche ai cittadini, anche a livello locale - aggiungono - sarà fondamentale per orientare le decisioni pubbliche verso il bene comune. Interverremo nell`ottica di consolidare le previsioni costituzionali con interventi mirati e circoscritti. Gli strumenti di democrazia diretta e valorizzare il ruolo del Parlamento, in un momento di crisi della rappresentanza, sono una nostra priorità già evidenziata nel contratto di governo. L`introduzione del referendum propositivo, l`abolizione del quorum nel referendum abrogativo (come per altro già raccomandato dal Consiglio d`Europa), la drastica riduzione del numero dei parlamentari e il contrasto ai fenomeni di trasformismo sono elementi essenziali per innovare le istituzioni. Ci convincono gli obiettivi - continuano i parlamentari del MoVimento - ma apprezziamo anche il metodo: il criterio non sarà intraprendere le inverosimili `grandi riforme` di chi ci ha preceduto, bensì attuare interventi puntuali ed omogenei che rappresentano per noi obiettivi di legislatura. Al centro delle riforme ci sono i cittadini, che torneranno protagonisti anche attraverso l`introduzione di altri strumenti, come la creazione di un portale unico di consultazione del Governo. La nostra linea è 'meno leggi, più qualità': attraverso un`operazione di 'disboscamento normativo', infatti, eviteremo il proliferare di leggi che non fanno altro che alimentare una burocrazia soffocante per gli italiani", conclude la nota congiunta dei deputati e senatori del Movimento 5 Stelle.