Lega

Senatrici Pd: inchieste flussi Lega, perchè fermati giornalisti?

Interrogazione urgente ai ministri dell'Economia e della Giustizia

Roma, 14 giu. - "Tre importanti giornalisti sono stati fermati a Bolzano ed interrogati per tre ore a causa delle loro inchieste sui flussi finanziari della Lega. A quale titolo sono stati fermati dalla Guardia di Finanza?". Se lo chiedono, in un'interrogazione urgente ai ministri dell'Economia e della Giustizia, la vicepresidente del gruppo Pd Valeria Valente e le colleghe Caterina Bini, Monica Cirinnà e Daniela Sbrollini.

"I tre giornalisti di Repubblica, Stampa e Fatto Quotidiano -sostengono le senatrici dem - indagavano su un trasferimento di 3 milioni di euro compiuto da una fiduciaria in Lussemburgo all'istituto di credito bolzanino Sparkasse, avvenuto dopo le elezioni del 4 marzo e sarebbe parte di un flusso finanziario sospetto riconducibile alla Lega. Non si capisce a quale titolo siano stati fermati ed interrogati dalla Guardia di Finanza, non risultando essi indiziati di alcun reato. Chi ha ordinato gli interrogatori? Si vuole forse limitare o spaventare la libertà di informazione?", concludono le parlamentari Pd.