Ultim'ora | Egitto

Egitto, Serracchiani: su Regeni Conte è d'accordo con Salvini?

Dichiarazioni ministro Interno inquietanti, interrogazione al premier

Roma, 14 giu. - "Le dichiarazioni del ministro Salvini sono inquietanti dal punto di vista istituzionale e politico, oltre che umano: il presidente del Consiglio chiarisca definitivamente la posizione dell'Italia sul caso Regeni". Lo afferma la deputata del Pd Debora Serracchiani, annunciando un'interrogazione al presidente del Consiglio, al ministro degli Esteri e al ministro della Giustizia, in relazione a quanto dichiarato dal ministro dell'Interno Matteo Salvini, secondo il quale "per l'Italia, è fondamentale avere buone relazioni con un paese importante come l'Egitto".

"Salvini ha relegato a questione di famiglia un caso internazionale su cui - ha continuato la deputata - si sono mobilitate le diplomazie e gli organi investigativi, su cui si sono espressi anche autorevoli membri della maggioranza che sostiene il Governo. Un cittadino italiano è morto in Egitto in circostanze misteriose e sospette: il titolare del Viminale vuole che si smetta di indagare?".

"La sensazione che il ruolo di Salvini stia oltrepassando di molto i limiti che gli sono istituzionalmente attribuiti è ormai diffusa, e può creare confusione non solo in Italia ma anche all'estero: l'Egitto - ha concluso Serracchiani - potrebbe leggere le parole del ministro italiano come un via libera a smettere di collaborare". Di qui la richiesta di un chiarimento formale al vertice dell'Esecutivo e ai ministri competenti.